Pasqua per musei

Aperture, visite guidate e attività didattiche

Sabato 30, domenica 31 marzo e lunedì 1 aprile il Museo di Palazzo Poggi sarà aperto con il seguente orario: 10.30 – 13.30 e 14.30 – 17.30

ATTIVITÀ:

Visite guidate: sabato, domenica e lunedì alle ore 11.00 e alle ore 15.00 (le visite sono gratuite previo pagamento del biglietto di ingresso al Museo);

Visita guidata animata “A mucchi di talpa. Il paesaggio nella cartografia”: domenica 31 marzo, ore 11.00 (attività gratuita, previo pagamento del biglietto di ingresso al Museo). Tempo: 1 ora e 1/2; età: dai 12 anni …

Laboratorio didattico “C’era una volta la cera”: lunedì 1 aprile ore 11.00 (costo 5 €, età 6-8 anni). Tempo: 2 ore. Per la durata del laboratorio è prevista, per genitori e accompagnatori, una visita guidata gratuita alle collezioni del Museo. Prenotazione obbligatoria: tel. 051.2099610 – museopoggi.info@unibo.it.

Museo di Palazzo Poggi
Via Zamboni, 33
40126 Bologna, Italy
———————————–

APPUNTAMENTI AL MAR

Nelle giornata di Pasqua domenica 31 marzo e di Pasquetta lunedì 1 aprile la mostra Borderline. Artisti tra normalità e follia. Da Bosch a Dalì, dall’Art Brut a Basquiat, promossa dal Comune di Ravenna, dall’Assessorato alla Cultura e dal Museo d’Arte della città, con il generoso sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna, è aperta dalle 9 alle 19 (al biglietteria

chiude un’ora prima)

appuntamenti di visita guidata

sabato 30, domenica 31 marzo e lunedì 1 aprile

alle 11.00 e alle 16.30

euro 12

su prenotazione

Genitori & Bambini

Sabato 30 marzo alle 16

tariffa bambini euro 3, tariffa adulti euro 7

su prenotazione

Serata aperitivo

dal 5 aprile al 15 giugno 2012

Ingresso venerdì sera con aperitivo e visita guidata euro 14

su prenotazione

Un tuffo nella Belle Epoque

mercoledì 3 aprile

ore 16

sala multimediale

conferenza di Adrea Speziali

Presiederanno l’incontro

Claudia Bassi Angelini, capo delegazione FAI

Claudio Spadoni, direttore artistico del MAR

ingresso libero

BORDERLINE – CONVERSAZIONI

venerdì 5 aprile ore 17

Arte e Follia
Le frontiere mobili dell’immaginario

Giorgio Bedoni
Psichiatra, psicoterapeuta, docente Accademia di Brera

Un viaggio lungo il crinale incerto che muove dal disagio e si libera nella creatività attraverso le storie, i linguaggi, gli autori presenti in mostra. Storie di Art Brut, fuori dalla “norma”, nate nell’ombra e lontane dai circuiti artistici ufficiali ma capaci di gettare sguardi sulla natura intima dell’uomo.

venerdì 12 aprile ore 17

Ai margini della coscienza, sul bordo
dell’incoscienza

Claudio Widmann
Psicoanalista junghiano

Come la psicoanalisi, ma prima della psicoanalisi, l’arte si interessò alle strutture formali che accomunano lo psichismo naïf dei bambini, dei primitivi e dei folli, rintracciando affinità eclatanti e differenze non meno significative. La psicologia analitica chiamò “inconscio collettivo” il bacino comune e originario da cui affiorano le immagini e indagò l’emergere – proprio grazie alle immagini – di una terraferma chiamata coscienza dall’oceano dell’inconscietà. Da allora, è sempre più diffusa la convinzione che l’uomo proceda sul bagnasciuga tra inconscio e coscienza, lungo un’incerta linea di confine popolata da immagini primordiali.

venerdì 19 aprile ore 17

Un sogno, guarire con l’arte
La vicenda di Carlo Zinelli (1916 – 1974)

Alessandro Zinelli
Presidente della Fondazione Carlo Zinelli, e nipote dell’autore

Un uomo semplice, artista “nascosto”, travolto dagli eventi della storia. «Il significato dell’opera di Carlo – scrive Sergio Marinelli – resta blindato per le sue stesse premesse e sono ridicole ed esilaranti tutte le pretese chiavi di decifrazione globale. Lui non ha mai parlato e non esiste possibilità di conferma testimoniale o documentaria di qualsiasi anche brillante ipotesi sulle sue pretese intenzioni artistiche. Questa sfida impossibile garantisce il fascino perenne della sua invenzione.»

venerdì 10 maggio ore 17

Amabilis insania e ansiosa normalità
Il racconto di una mostra

Claudio Spadoni
Direttore scientifico del Mar

Quando l’arte incontra la psicoanalisi e insieme si interrogano sul fattore “X”, sulla sorgente della creatività, in un faccia a faccia senza ipocrisie, senza infingimenti dove celebrati protagonisti dell’arte contemporanea manifestano sorprendenti interessi per gli esiti creativi degli atelier di ospedali psichiatrici, e similmente, nei confronti dell’arte primitiva e infantile.

ingresso libero

Informazioni e prenotazioni:

tel. 0544 482487

Ingresso mostra:

intero euro 9, ridotto 7

visita guidata sabato e domenica euro 12
genitori & bambini tariffa bambini euro 3, tariffa adulti euro 7

Ingresso venerdì sera con aperitivo e visita guidata euro 14

Negli appuntamenti su prenotazione non sono valide riduzioni e convenzioni

(in caso di mancato ranggiungimento del numero minimo di partecipanti la direzione si riserva di annullare la visita)

ingresso conferenze libero

http://www.museocitta.ra.it

——————————————

PASQUA E PASQUETTA CON NAM JUNE PAIK ALLA GALLERIA CIVICA DI MODENA
Palazzo Santa Margherita, Palazzina dei Giardini, corso Canalgrande
—————————————————————————————————————————————————————————–

Domenica 31 marzo, giorno di Pasqua e lunedì 1 aprile, lunedì dell’Angelo, sarà aperta al pubblico dalle 10.30 alle 19.30 la mostra “Nam June Paik in Italia”, allestita a Palazzo Santa Margherita e alla Palazzina dei Giardini fino al prossimo 2 giugno.

Curata da Silvia Ferrari, Serena Goldoni e Marco Pierini, organizzata e coprodotta dalla Galleria civica di Modena e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Modena e realizzata in collaborazione con Solares Fondazione delle Arti di Parma, la mostra riflette sulla presenza e sull’influenza dell’artista coreano in Italia a vent’anni esatti dalla vittoria del Leone d’Oro alla Biennale di Venezia del 1993.
Il percorso espositivo presenta una significativa selezione di opere
– oltre cento lavori provenienti da importanti collezioni italiane e si propone di ricostruire il rapporto dell’artista con il nostro Paese di cui è stato ospite assiduo, dagli anni Settanta a tutti gli anni Novanta, da solo o con altri artisti della galassia Fluxus,  impegnato in performance, mostre, scambi e dialoghi con critici, collezionisti, istituzioni.
Oltre ai numerosi lavori appartenuti ad Antonina Zaru, che con l’artista coreano ha intrattenuto un rapporto duraturo e fecondo sono esposti documenti e testimonianze fotografiche e filmate scaturite da un’ampia ricognizione condotta sul territorio emiliano, dove Paik ha trovato molta attenzione da parte di galleristi appassionati come Rosanna Chiessi e Carlo Cattelani e di accorti collezionisti.
L’ingresso è gratuito.

Note biografiche
Nam June Paik nasce a Seul (Corea) nel 1932. Compositore, performer, videoartista e grande sperimentatore mediatico, è stato uno dei protagonisti di spicco del movimento Fluxus.
Diplomatosi alla Tokyo University con una tesi su Arnold Schöenberg, continua i suoi studi in Germania alle Università di Monaco di Baviera e di Colonia e al Conservatorio di Musica di Friburgo. Dal 1958 al 1963 lavora con Karl-Heinz Stockhausen presso gli studi WRD di musica elettronica di Colonia. In questi anni conosce John Cage e comincia a partecipare ai festival Fluxus a seguito dell’incontro, nel 1961, con George Maciunas. Nel 1963 inaugura la sua prima mostra personale alla Galleria Parnass di Wuppertall, un’installazione di 13 video-monitor le cui immagini venivano distorte attraverso l’uso di magneti. Nel 1964 si trasferisce a New York dove inizia la collaborazione con la violoncellista Charlotte Moormann. Nel 1965 filma il traffico newyorkese durante la visita di Paolo VI con la prima telecamera amatoriale appena lanciata sul mercato dalla Sony, filmato che presenterà lo stesso giorno delle riprese con il titolo “Café Gogo”, opera sancita come il primo video d’arte della storia. Nel 1970 costruisce con Shuya Abe il sintetizzatore video colori, un dispositivo che permette di creare immagini autonome senza referenze nella realtà, e nel 1971 lavora al WNET’s TV lab di New York.
Nel 1974 espone all’Everson Museum of Art a Syracuse (New York) e nel 1976 e al Kilnischer Kunstverein di Colonia. Nel 1982 il Whithney Museum of American Art di New York gli dedica un’importante retrospettiva.
Nel 1984 lavora a “Good Morning, Mr. Orwell”, una trasmissione intercontinentale in diretta televisiva realizzata via satellite, il giorno di capodanno, dal Centre Pompidou, Parigi e dal Museum of Modern Art di New York che vede coinvolti personaggi come Laurie Anderson, Peter Gabriel, John Cage, Merce Cunningham, Salvador Dalí e Joseph Beuys. Nel 1987 viene eletto membro dell’Akademie der Kunste di Berlino e nel 1988 realizza “The More the Better”, una “torre dei media” per i giochi Olimpici di Seul costituita con 1003 monitor.
Nel 1990 tiene una personale a Reggio Emilia ai Chiostri di San Domenico.
Nel 1993 è ospite con Hans Haacke del Padiglione Tedesco alla XLV Biennale di Venezia, padiglione premiato con il Leone d’Oro.
Nel 1995 il Kunstmuseum di Wolfsburg gli dedica una personale, a cui seguono quelle del Solomon R. Guggenheim di New York, nel 2000 e di Bilbao, nel 2001. Muore a Miami il 29 gennaio 2006.

Nella foto: One for Violin, by Nam June Paik performed by Charlotte Moorman 01/05/1989, parti di legno di violino in scatola di plexiglass. Collezione privata

Mostra
Nam June Paik in Italia


Sede
Galleria civica di Modena, Palazzo Santa Margherita, Palazzina dei Giardini, corso Canalgrande

Periodo
16 febbraio-2 giugno 2013

Organizzazione e Produzione
Galleria civica di Modena e Fondazione Cassa di Risparmio di Modena
in collaborazione con Fondazione Solares di Parma

Orari
dal 16 febbraio al 29 marzo
mercoledì-venerdì 10.30-13.00; 15.00-18.00
sabato, domenica e festivi 10.30-18.30
lunedì e martedì chiuso
dal 30 marzo al 2 giugno
mercoledì-venerdì
10.30-13.00; 16.00-19.30
sabato, domenica e festivi 10.30-19.30
lunedì e martedì chiuso

lunedì 1 aprile, Pasquetta, apertura straordinaria con orario festivo

Ingresso gratuito

Pasqua ai Diamanti
Domenica 31 marzo e lunedì 1 aprile la mostra rimarrà aperta dalle 10 alle 19
Lo sguardo di Michelangelo. Antonioni e le arti
a Palazzo dei Diamanti fino al 9 giugno 2013
Informazioni e prenotazioni Mostre e Musei
Tel. 0532 244949 diamanti@comune.fe.it
Attivo anche il servizio di prenotazione online: www.palazzodiamanti.it


Borderline

Borderline

Artisti tra normalità e follia
Da Bosch a Dalì, dall’Art Brut a Basquiat

Ravenna – Museo d’Arte della città
17 febbraio – 16 giugno 2013
Catalogo Edizioni Mazzotta

inaugurazione della mostra

sabato 16 febbraio ore 18.00

Sponsor ufficiale:

Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna

Info MAR

Via di Roma 13

Ravenna

Tel. +39.0544.482477 / 482356

info@museocitta.ra.it

http://www.museocitta.ra.it

Itinerari ravennati

1012-2012 Ravenna e il Millenario camaldolese

Itinerari in città e visite guidate alle collezioni camaldolesi

Durante le festività natalizie, il Mar – Museo d’Arte della città in collaborazione

con l’Istituzione Biblioteca Classense e il Museo Nazionale di Ravenna, propone nuove visite
guidate alle collezioni conservate nei luoghi che testimoniano la grande presenza camaldolese, oggi
importanti centri di produzione culturale della città.

Nell’occasione saranno in programma itinerari guidati nella Ravenna dei grandi ordini monastici.

CALENDARIO DEGLI APPUNTAMENTI

Venerdì 28 dicembre 2012 e 4 gennaio 2013
ore 11 – Visita guidata alla collezione del Museo Nazionale
ore 15 – Visita guidata alla collezione del MAR Museo d’arte della città di Ravenna
ore 15 – Itinerario guidato in città, il tour terminerà all’entrata della Biblioteca Classense (durata 2 ore circa)
ore 17 – Visita guidata alla mostra I libri del Silenzio della Biblioteca Classense

Sabato 29 dicembre 2012 e 5 gennaio 2013
ore 11 – Visita guidata alla collezione del MAR Museo d’arte della città di Ravenna
ore 15 – Visita guidata alla mostra I libri del silenzio della Biblioteca Classense
ore 15 – Itinerario guidato in città, il tour terminerà all’entrata del Museo Nazionale (durata 2 ore circa)
ore 17 – Visita guidata alla collezione Museo Nazionale

Domenica 30 dicembre 2012 e 6 gennaio 2013
ore 11 – Visita guidata alla mostra I libri del Silenzio della Biblioteca Classense
ore 15 – Visita guidata alla collezione del Museo Nazionale
ore 15 – Itinerario guidato in città, il tour terminerà all’entrata del MAR (durata 2 ore circa)
ore 17 – Visita alla collezione del MAR Museo d’arte della città di Ravenna

I percorsi in città, le visite alle collezioni del MAR e del Museo Nazionale e la visita alla mostra
I libri del Silenzio della Biblioteca Classense
sono gratuiti
– verranno condotti da una guida
– verranno effettuati in gruppi di max 25 partecipanti
– prevedono la prenotazione obbligatoria (IAT – Tel. 0544.35404/35755)
– le prenotazioni verranno accettate fino al raggiungimento dei 25 partecipanti

Come partecipare
È possibile comporre in modo flessibile il proprio itinerario camaldolese concentrando gli appuntamenti in
un’unica giornata o programmandoli in più date.
L’importante è prenotare ogni singolo appuntamento al quale si intende partecipare.
Ritrovo con la guida
Visite alle collezioni: entrata della sede che ospita la collezione
Itinerari guidati in città: IAT di via Salara, 8/12

Si ricorda che durante le Festività natalizie il MAR osserva i seguenti orari:

martedì, giovedì e venerdì 9.00-13.30/15.00-18.00

mercoledì e sabato 9.00-13.30

domenica 15.00-18.00

lunedì chiuso

La biglietteria chiude mezz’ora prima

chiusure: 25 dicembre e 1 gennaio

aperture festive: 26 dicembre e 6 gennaio dalle 15.00 alle 18.00

Biblioteca Classense

http://www.classense.ra.it/

Museo Nazionale

http://www.soprintendenzaravenna.beniculturali.it/index.php?it/126/musei-e-monumenti

Info MAR:

tel. +39 0544 482477

info@museocitta.ra.it

http://www.museocitta.ra.it

Notte dei musei

Al Museo d’arte della città di Ravenna

Sabato 19 maggio in occasione della Notte dei Musei apertura straordinaria fino alle 22.00 (la biglietteria chiude un’ora prima).

Dalle 19.00 ingresso omaggio alla Pinacoteca e ridotto euro 7 alla mostra “Miseria e splendore della carne” (restano invariate le altre tariffe).

Sempre dalle 19.00 degustazione di cioccolata e “Sangue Morlacco” storico cherry brandy di marasche della Luxardo gentilmente offerto dalla ditta Leonardi di Ravenna accompagnato da un aperitivo a cura della Caffetteria La Loggetta, a seguire visita guidata alla mostra, compresa nel biglietto d’ingresso, su prenotazione (tel. 0544 482487, ingresso euro 14).

Durante la serata ci sarà una performance di “Due chitarre e un violoncello” a cura di Emilio Arfarà, Marco Rivara e Luisa Montagna.

Mar
via di Roma, 13 Ravenna
tel. 39 0544 482477/482356
fax 39 0544 212092
info@museocitta.ra.it

***********************************

Sabato 19 maggio 2012, ore 17-24, alla biblioteca Delfini Nessun dorma. Far notte con un libro alla biblioteca Delfini. In occasione della Notte dei Musei, diversi appuntamenti in biblioteca:
Scrivere con gli occhi. Omaggio a T. Guerra e a M Rigoni Stern (inaugurazione ore 17 con l’autore), tavole originali di Gianni Carino per il graphic novel Racconti lontani (Ediesse 2008)
-Gruppo di lettura aperto con Elena Bellei sul romanzo Luci nella notte (Adelphi 2005) di G. Simenon (ore 19.30-21.30)
-Letture pascoliane Fiori, uccelli, spettri. La poesia notturna di Giovanni Pascoli, con Matteo Marchesini e Oscar De Summa (ore 22-23.30).
Ingresso libero.
La biblioteca Delfini resta aperta al pubblico fino alle 24.


Biblioteca Delfini
Corso Canalgrande 103 – 41121 Modena

Tel. 059.2032940 – fax 059.2032926

Orari: lunedì 14-20; da martedì a sabato 9-20

**********************************************

Sabato 19 maggio alle ore 21, presso il Palazzo Ducale in Piazza Roma, sede dell’Accademia Militare di Modena
Ballo delle Debuttanti
ingresso riservato agli invitati

Tutti i negozi e i pubblici esercizi del centro resteranno aperti fino a tardi.
Sono sospese le ordinanze antialcol in centro storico. Somministrazione bevande consentita fino alle ore 03.00. Sospensione della musica alle ore 02.00

1° maggio al MAR

Dopo le mostre dedicate a Roberto Longhi (2003), a Francesco Arcangeli (2005) e a Corrado Ricci (2008), il MAR Museo d’Arte della Città di Ravenna prosegue la sua indagine su figure di primo piano della critica d’arte, rendendo omaggio a: Giovanni Testori (1923-1993) fino al 17 giugno 2012 | mar museo d’arte | ravenna CARAVAGGIO, COURBET, GIACOMETTI, BACON. MISERIA E SPLENDORE DELLA CARNE
TESTORI E LA GRANDE PITTURA EUROPEA

La mostra, realizzata grazie al generoso sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna,  si inserisce nella programmazione del museo dopo le vaste rassegne dedicate ai Preraffaelliti (2010), in collaborazione con l’Ashmolean Museum di Oxford, e Arte in Italia nel secondo dopoguerra (2011), sarà curata da Claudio Spadoni proseguirà fino al 17 giugno 2012.
Per l’occasione, oltre alla fondamentale collaborazione della Compagnia del Disegno di Milano, è stato costituito un prestigioso Comitato Scientifico composto da Andrea Emiliani, già direttore della Pinacoteca di Bologna, Mina Gregori, Presidente della Fondazione di Studi di Storia dell’Arte Roberto Longhi, Antonio Paolucci, Direttore dei Musei Vaticani, Ezio Raimondi, già Presidente dell’Istituto per i Beni Culturali, Alain Toubas e Claudio Spadoni.

Figura complessa – pittore, drammaturgo, giornalista, storico e critico d’arte Giovanni Testori si è distinto per il coraggio di scegliere strade anche impervie perché distanti da quelle “maestre” dell’ufficialità.
Il suo sguardo sulla pittura di realtà, intesa nella sua epidermica evidenza, mostra tutta la miseria e lo splendore della vita. La preferenza verso temi protesi all’esaltazione delle domande ultime – le Erodiadi o le teste del Battista del Cairo, le Crocifissioni di Gaudenzio Ferrari e del Sacro Monte di Varallo, le figure di Tanzio al pari di quelle di Bacon o Giacometti – ne segnalano la personalità eccentrica, il coraggio dei risvolti più scabrosi, l’affermazione prepotente e tutta organica, e dunque corruttibile, della carne.
Il percorso della mostra si articolerà in diverse sezioni dedicate ai vari periodi della storia dell’arte studiati dal critico milanese e agli artisti da lui amati, a partire dai suoi primi scritti su Manzù, Matisse, Morlotti, poi i francesi Courbet e Géricault; dagli approfondimenti e le riscoperte sulla linea della pittura di realtà in Lombardia del ‘500 (Gaudenzio Ferrari, Foppa, Savoldo, Romanino, Moretto) e del ‘600 (Moroni, Ceresa, Fra Galgario, Ceruti), i “manieristi” lombardo piemontesi (Cerano, Morazzone, Tanzio da Varallo, Daniele Crespi, Cairo) accompagnati da Caravaggio, sua grande passione dichiarata, passando attraverso l’attenzione a figure della Nuova Oggettività (Dix, Grosz, Radzwill), Nuovi Selvaggi (Fetting, Hodicke, Zimmer, Salomè) e Nuovi Ordinatori (Albert, Chevalier, Schindler, Merkens), e artisti come Bacon, Giacometti, Sutherland, Sironi, Guttuso, Gruber, Marini, Vacchi, Varlin, Jardiel, Vallorz, Rainer – per citare alcuni nomi – per giungere fino a Cucchi e Paladino.

Di ognuno di questi artisti saranno esposte diverse opere, in alcuni casi quelle stesse scelte e possedute da Testori.
La rassegna presenterà anche un omaggio Testori con selezione di ritratti fra i tanti eseguiti da diversi pittori per lo studioso.
Catalogo Silvana editoriale con i contributi di: Marco Antonio Bazzocchi, Stefano Crespi, Davide Dall’Ombra, Marco Rosci, Claudio Spadoni, Alain Toubas, Marco Vallora e Elena Volpato.

________________________________________

Caravaggio, Courbet, Giacometti, Bacon
Miseria e splendore della Carne
Testori e la grande pittura europea
Fino al 17 giugno 2012

1° Maggio al MAR
aperture straordinarie: lunedì 30 e martedì 1°maggio
9.00 – 19.00 la biglietteria chiude alle ore 18.00
in occasione della mostra aperitivo al Museo realizzato dalla Caffetteria La Loggetta (nuova gestione)
tutti i venerdì dal 6 aprile al 15 giugno
ore 19.00 aperitivo + visita guidata alla mostra
tariffa unica €14 (non sono valide riduzioni, convenzioni e tariffe speciali)
Venerdì 9.00 – 21.00 la biglietteria chiude alle ore 20.00

visite guidate tutti i sabati e le domeniche, lunedì 30 e martedì 1°maggio ore 16.30 visita guidata alla mostra su prenotazione, ingresso con visita guidata € 12
Genitori e bambini: t
utti i sabati pomeriggio alle ore 16.00
La Sezione didattica propone visite guidate e laboratori per bambini dai 5 anni con le loro famiglie
tariffa bambini € 3
tariffa adulti € 7
Ogni appuntamento è articolato in un breve percorso guidato in mostra per proseguire poi nelle sale del laboratorio didattico dove genitori e bambini insieme potranno realizzare, sotto la guida di esperti operatori, le loro originali opere d’arte ispirandosi alle creazioni degli artisti.
La prenotazione è obbligatoria
In caso di mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti la direzione si riserva di annullare gli appuntamenti

Disdetta: Si prega di comunicare la disdetta al Museo entro e non oltre il giorno prima della data fissata (se sabato o domenica entro il venerdì precedente alle ore 13).
Informazioni e prenotazioni visite guidate
tel. 0544 482487
www.museocitta.ra.it
scarica il pieghevole della mostra

Orari: martedì – giovedì 9-18; venerdì 9-21; sabato e domenica 9-19 , chiuso lunedì
Ingresso: intero: 9 euro, ridotto: 7 euro
Enti organizzatori:   Mar – Museo d’Arte della città di Ravenna
Sotto l’Alto Patronato del presidente della Repubblica Italiana
Patrocini: Ministero per i Beni e le attività culturali, Regione Emilia-Romagna e Provincia di Ravenna
Sponsor ufficiale: Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna
Con il contributo di: Coop Adriatica,  EniPower, Cooperativa Muratori & Cementisti,C.M.C di Ravenna
Media Partner: Il Resto del Carlino
Sponsor tecnico: Unipol Assicurazioni – Assicoop Romagna Futura, Kartell Flagship Stor Ravenna
Si ringrazia: Ikea family – Rimini

MAR – Ufficio relazioni esterne e promozione
Nada Mamish – Francesca Boschetti
tel. +39.0544.482017 / 482775
fax +39.0544.212092
ufficio.stampa@museocitta.ra.it
www.museocitta.ra.it

Immagini:
Francis Bacon (Dublino, 1909 – Madrid, 1992), The man of military cap, 1947, tecnica mista su faesite, cm 110 x 85, Collezione privata, già Collezione Vittorio e Giuliana Olcese, Collezione Giuliana Olcese
Jean Désiré Gustave Courbet (Ornans, 1819 – La Tour-de-Peilz, 1877), Paesaggio d’inverno, olio su tela, cm 62×81, Collezione privata
Michelangelo Merisi, detto il Caravaggio (Milano, 1571 – Porto Ercole, 1610), Ragazzo morso dal ramarro, 1593-94 circa, olio su tela, cm 65.8×52.3, Firenze, Fondazione di Studi di Storia dell’Arte Roberto Longhi

Pasqua al MAR

Il Museo D’Arte della città di Ravenna

in occasione della mostra

Caravaggio, Courbet, Giacometti, Bacon… Miseria e splendore della Carne. Testori e la grande pittura europea

aperitivo al Museo

realizzato dalla Caffetteria La Loggetta (nuova gestione)

tutti i venerdì dal 6 aprile al 15 giugno

ore 19.00 aperitivo + visita guidata alla mostra

tariffa unica €14 (non sono valide riduzioni, convenzioni e tariffe speciali)

Venerdì 9.00 – 21.00 la biglietteria chiude alle ore 20.00

domenica di Pasqua e Lunedì dell’Angelo

9.00 – 19.00 la biglietteria chiude alle ore 18.00

visite guidate

sabato 7, domenica 8 e lunedì 9 aprile

ore 16.30 visita guidata alla mostra

su prenotazione, ingresso con visita guidata   € 12

genitori & bambini

dal 3 marzo tutti i sabati pomeriggio alle ore 16.00

iniziano gli appuntamenti Genitori & Bambini dedicati alla mostra

La Sezione didattica propone visite guidate e laboratori per bambini dai 5 anni con le loro famiglie
tariffa bambini € 3
tariffa adulti € 7

Ogni appuntamento è articolato in un breve percorso guidato in mostra per proseguire poi nelle sale
del laboratorio didattico dove genitori e bambini insieme potranno realizzare, sotto la guida di esperti operatori,
le loro originali opere d’arte ispirandosi alle creazioni degli artisti.

La prenotazione è obbligatoria

In caso di mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti la direzione si riserva di annullare gli appuntamenti

Disdetta:

Si prega di comunicare la disdetta al Museo entro e non oltre il giorno prima della data fissata (se sabato o domenica entro il venerdì precedente alle ore 13).

Informazioni e prenotazioni visite guidate

tel. 0544 482487

http://www.museocitta.ra.it/

Conversazioni al MAR

Tre conversazioni intorno alla mostra per riannodare i fili di un racconto che intreccia tre straordinari protagonisti della storiografia artistica: Roberto Longhi, Francesco Arcangeli, e Giovanni Testori

mercoledì 21 marzo, ore 17:00

Courbet e la svolta moderna

La questione del realismo:

Longhi, Arcangeli e Testori a confronto

Claudio Spadoni

Il primo appuntamento sarà l’occasione per verificare, nella riflessione storico-critica dei tre, la centralità di Courbet, moderno precursore dell’opzione realista e di una linea che avrà successive diramazioni, fino a tutto il dopoguerra, nel realismo di Guttuso come nella proposta degli ultimi naturalisti di Arcangeli.

mercoledì 28 marzo, ore 17:00

Caravaggio, il Cairo, Giacometti, Bacon

Dalla pittura di realtà al groppo esistenziale:

la storia dell’arte secondo Testori

Alberta Fabbri

Il secondo appuntamento sarà un affondo nel cuore di Testori. Quali furono i veri amori? A quali latitudini, geografiche e cronologiche, si manifesta il gesto luminoso dell’intuizione che apre il varco a snodi della storia dell’arte? Caravaggio, il Cairo, Giacometti e Bacon – oltre a Géricault, Courbet e Morlotti che saranno al centro di altre conversazioni, – sono i fulcri di alcuni svincoli della storia dell’arte, accomunati dall’incessante ritorno al corpo della materia pittorica.

martedì 3 aprile, ore 17:00

L’artista conteso

Morlotti, tra ultimo naturalismo ed espressionismo esistenziale:

le vie divergenti di Arcangeli e Testori

Claudio Spadoni

Il terzo e ultimo appuntamento propone una riflessione su una figura del Novecento che ha saputo parimenti catalizzare gli interessi di Arcangeli e di Testori. Morlotti, interprete di un sentimento della natura avvertito fin sul limite parossistico e ultimo o, piuttosto, di una condizione esistenziale estroflessa di permanente caducità? La storia di un artista che si fa, suo malgrado, terra di contesa e spartizione sullo sfondo di un Paese ancora lacerato dallo scontro ideologico.

ingresso libero

INFO MAR

via di Roma 13 – Ravenna

tel. 0544 482477

info@museocitta.ra.it

http://www.museocitta.ra.it