Ripartiamo dal lavoro

venerdì 7 novembre ore 17 – presso Biblioteca Ariostea, Via Scienze 17 Ferrara

RIPARTIAMO DAL LAVORO. ANATOMIA, RICONOSCIMENTO E PARTECIPAZIONE (Edizioni Socialmente, 2014) –
Partecipano Cesare Minghini, Presidente dell’IRES Regione Emilia Romagna, Carlo Galli, presidente Istituto Gramsci di Bologna, Raffaele Atti, Segretario Camera del Lavoro di Ferrara. Coordina Roberto Cassoli
La crisi e la cultura neoliberista pongono il lavoro, e la sua qualità, sotto una pressione formidabile, alla quale le diverse forze sociali e politiche non sembrano riuscire a contrapporre misure di governo adeguate. Qualsiasi gesto di riscatto politico e sociale deve necessariamente passare dal lavoro e dal rilancio della sua qualità, in quanto il lavoro non genera solo retribuzione, ma concorre anche allo sviluppo di una identità professionale, sociale e umana. Si può ancora “ripartire dal lavoro”? Esistono le condizioni perché il lavoro possa uscire da una funzione meramente strumentale e veda valorizzata la dimensione identitaria? È possibile ancora abbracciare un concetto di soddisfazione sul lavoro che sappia coniugare la sfera del lavoro e quella della cittadinanza? Tre sono le parole-chiave su cui i contributi di questo libro si sviluppano e da cui è possibile trarre delle risposte: autonomia, riconoscimento e partecipazione. Non si può parlare di lavoro in chiave st orica e teorica, senza confrontarsi con le principali categorie del discorso filosofico-politico: soggetto, Stato, società, pubblico e privato, libertà e/o alienazione, disciplinamento. Soprattutto , il lavoro interseca le quattro grandi invenzioni della modernità : Stato, mercato, partiti e tecnocrazia.
Da un ‘indagine sulla percezione dei lavoratori/trici sulla condizione del lavoro condotta nel corso del 2011, nasce l’idea del libro per contribuire a riportare la qualità del lavoro al centro del dibattito pubblico e per rilanciare la partecipazione come leva per la soddisfazione del lavoro.
A cura di Istituto Gramsci di Ferrara e Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara, in collaborazione con CGIL di Ferrara, con il patrocinio del Comune di Ferrara

L'hard boiled

LA COMPAGNIA DEL LIBRO
PIOMBO PESANTE
L’hard boiled in tutte le sue declinazioni
A cura di Alberto Amorelli, Silvia Lambertini, Elisa Orlandini e Matteo Pazzi
Il giorno prima di S. Valentino la Compagnia del Libro si occupa di romanzi hard boiled. Questo genere letterario trova le proprie radici nei romanzi di Dashiell Hammett verso la fine degli anni Venti e che venne perfezionato da Raymond Chandler nei tardi anni Trenta. Il genere è quello poliziesco o detective fiction e si distingue dal giallo deduttivo per una rappresentazione realistica del crimine, della violenza e del sesso.

Alberto Amorelli e Silvia Lambertini hanno scelto uno degli
scrittori simbolo del genere, Raymond Chandler, per raccontare come nasce il genere e quali sono i suoi elementi caratterizzanti, fino a vedere come negli anni si è modificato trattando dello scrittore contemporaneo Joe R. Lansdale. “L’Hard Boiled” è sbarcato anche in Italia e come epitomi dei due scrittori americani la Compagnia del Libro ha scelto di affrontare la Milano dura degli anni Sessanta dei romanzi di Giorgio Scerbanenco e quella dei giorni nostri di Sandrone Dazieri. Gli eroi del piombo pesante
sono Marlowe, Hap e Leonard e i “nostri” Duca Lamberti e il Gorilla.
***
PILLOLE DI SCRITTURA CREATIVA
Nel corso del pomeriggio lo scrittore e docente di scrittura creativa Alberto Amorelli,
muovendo dalla composizione del genere hard-boiled, illustrerà ai presenti alcuni suggerimenti per perfezionare le proprie tecniche narrative.
***
In collaborazione con Associazione Gruppo del Tasso di Ferrara

Mercoledì 13, ore 16.30, presso biblioteca Ariostea di Ferrara

Humour in giardino

GIARDINI AL CINEMA 2013
“Humor in giardino”
Giovanna Mattioli
FIORI E CEMENTO: I GIARDINI DELLE AVANGUARDIE
Intervengono Enrico Spinelli, Alice Bolognesi e Giulia Vullo
“Giardini al Cinema”, la fortunata iniziativa promossa dal Garden Club di Ferrara è giunta con successo alla sua ottava edizione. Il titolo della rassegna 2013 è “Humor in giardino” e affronta i temi “giardino” e “giardiniere” con un’ottica inconsueta e satirica o decisamente umoristica.

L’Architetto Giovanna Mattioli – paesaggista e appassionata
cinefila, che ha collaborato, negli anni, alla realizzazione delle diverse edizioni -intratterrà il pubblico con una conferenza dal titolo: “Fiori e cemento: i giardini delle avanguardie”, tangente ai contenuti del film “ Mon oncle” di Jacques Tati .
Inoltre illustrerà il programma dei film che, come di consueto, saranno proiettati in Sala Boldini.
A cura del Garden Club di Ferrara

Presentazione in biblioteca ariostea martedì 12, alle 16.30

In gran segreto

» Giovedì 12 gennaio ore 16,30 – ANATOMIE DELLA MENTE – ANNO V
Stefano Caracciolo – TOCCÀTI DAL FUOCO

Anatomie della MenteLa storia di Sylvia Plath e dei suoi legami familiari
Esplorazioni psico-biografiche
Secondo incontro del ciclo dedicato alla psicologia come moderno strumento di lettura per orientarci nel trovare punti di riferimento nella realtà. Stefano Caracciolo, dell’Università degli Studi di Ferrara, esplora paesaggi umani diversi come la follia, la malattia, l’anima, la morte, la vita, nella storia, nel costume, nel cinema, nella letteratura, nella musica, come espressioni creative dell’uomo. Questo appuntamento è dedicato alla particolare figura di Sylvia Plath, scrittrice e poetessa di Boston, donna intelligente, bella e sensibile, morta suicida nel 1963, all’età di trent’anni.
Le colline digradano nel bianco.
Persone o stelle mi guardano con tristezza, le deludo.
Il treno lascia dietro una linea di fiato.
Oh lento cavallo color della ruggine, zoccoli, dolorose campane.
È tutta la mattina che
la mattina sta annerendo, un fiore lasciato fuori.
Le mie ossa racchiudono un’immobilità, i campi
lontani mi sciolgono il cuore.
Minacciano
di lasciarmi entrare in un cielo
senza stelle né padre, un’acqua scura.

» Venerdì 13 gennaio ore 17 in Teatro Anatomico – IN GRAN SEGRETO RASSEGNA DI POESIA CONTEMPORANEA
UMBERTO PIERSANTI –

Durante il 2012 Ferrara verrà “occupata” dalle poesie di undici autori ospiti della rassegna che trae il nome dall’eponimo di una famosa raccolta di Giorgio Bassani edita da Mondadori nel 1978. I poeti invitati sono tra le voci più interessanti del secondo Novecento. La poesia invaderà le strade della città, ma anche scuole, biblioteche, spazi espositivi. Il primo tra gli appuntamenti pensati nella forma di reading – conversazione, vede Umberto Piersanti, poeta e scrittore marchigiano, autore di diverse raccolte poetiche, di testi di saggistica e di opere di narrativa. È presente in diverse antologie italiane e straniere ed è vincitore di premi letterari.
Coordinano Matteo Bianchi e Alessandra Trevisan
Letture di Alessandro Tagliati
Interventi musicali di Irene De Bartolo, arpa; Sara Ingrosso, flauto traverso; Emiliano Gentili e Giulio Arnofi, chitarre
A cura dell’Associazione Culturale Gruppo del Tasso
Con il contributo di Hera, Comune di Ferrara/Assessorato alla Cultura; con il patrocinio di Provincia di Ferrara, Regione Emilia Romagna e Comune di Ferrara. Organizzazione Annalisa Ferrari e Serenella Crivellari

» Sabato 14 gennaio ore 11 – CONFERENZA
OTTANTESIMO ANNIVERSARIO CRONOMETRISTI FERRARA – PRESENTAZIONE DEL CALENDARIO 2012 DELLE INIZIATIVE SPORTIVE E CULTURALI

Saranno presenti Luciano Masieri, Assessore allo Sport; Luciana Boschetti Pareschi, Presidente Comitato Provinciale Coni; Gianfranco Ravà, Presidente Ficr; Serena Lippo, Presidente Associazione di Ferrara; Antonio Rondinone, Vice presidente Ficr e organizzatore dell’evento
Modera Luca Gattuso
A cura del Servizio Sport Abitazioni e Sicurezza Comune di Ferrara
e dell’ Associazione Sportiva Dilettantistica Cronometristi Ferrara

Notizie dalle biblioteche

» Lunedì 5 dicembre ore 17 – Poesia in Ariostea
Carla Baroni – ROSE DI LUCE (Edizioni Bastogi 2011)
ROSE DI LUCE (Edizioni Bastogi 2011)Ne parlano con l’Autrice Don Massimo Manservigi e Gianni Cerioli
Letture di Gabriella Veroni Munerati
Carla Baroni offre una nuova prova di alto livello. Ripercorre coraggiosamente la strada del dialogo ancestrale tra l’uomo e la morte. Con forza visita i momenti più significativi dell’esistenza, le logiche dell’amore e dell’egoismo, della libertà e dell’inettitudine, della paura, della fede e dell’incredulità, oltre le quali è in grado di scorgere squarci di luce. Il risultato è un’autentica avventura della mente e del cuore che non indugia sul tragico per approdare a un’umana e dolce riflessione sulla vita. L’Autrice, scrittrice affermata, è nata in provincia di Verona. Si è trasferita sin dall’infanzia a Ferrara dove ancor oggi vive. Ha iniziato a scrivere poesie ispirandosi alla madre, Rina Buroni, anch’essa poetessa. Diversi i premi letterari ricevuti. Collabora con riviste letterarie in veste di critico.
A cura di Società Dante Alighieri, Gruppo Scrittori Ferraresi, Club Amici dell’Arte

» Martedì 6 dicembre ore 17 – Poesia in Ariostea
Luca Chizzoni – IL TUO SORRISO VESTIRÀ IL MATTINO (Associazione Culturale Schifanoia, 2011)
IL TUO SORRISO VESTIRÀ IL MATTINO Ne parla con l’Autore Gina Nalini Montanari
Alla chitarra Francesco Minotti
In tutta la loro semplicità questi pochi versi suggeriscono il filo rosso lungo il quale si snodano le numerose intense “Poesie” e gli incisivi “Aforismi” che costituiscono questa terza silloge poetica dell’autore: un coinvolgente alternarsi meditativo che ci riporta con delicatezza ed essenzialità in un micro-affresco in cui vivono i grandi temi universali della vita: l’amore e il dolore; la morte, il tempo e l’eternità; il senso e l’assurdo dell’esistenza. (dalla prefazione di Gina Nalini Montanari)
Luca Chizzoni – bolognese di nascita ma ferrarese d’adozione – si è affermato in numerosi concorsi letterari e ha pubblicato tre raccolte di liriche “La torre di Babele”, “Il bosco che tace”, “Un volto per essere amato”.

» Mercoledì 7 dicembre ore 17 – Invito alla Lettura
Luchino Dal Campo – VIAGGIO DEL MARCHESE NICOLÒ D’ESTE AL SANTO SEPOLCRO (1413) (Edizioni Leo Olschki 2011)
Luchino Dal Campo“Biblioteca della Rivista di Storia e Letteratura Religiosa.” Testi e documenti, Vol. XXIV
Edizione e commento a cura di Caterina Brandoli (Università di Ferrara).Presentazione di Franco Cardini.
Ne parlano con la Curatice Franco Cardini, dell’Istituto Italiano di Scienze Umane di Firenze e Marco Bertozzi, Direttore dell’Istituto di Studi Rinascimentali di Ferrara.
Nel panorama della letteratura di pellegrinaggio medievale, il resoconto del viaggio in Terrasanta di Nicolò III d’Este si distingue per diversi aspetti. Il cancelliere Luchino dal Campo, redattore del diario, ricostruisce un’immagine ideale del marchese, in cui alla ‘pietas’ religiosa si accompagnano le virtù del raffinato cavaliere cortese. Leggendo queste pagine il lettore potrà respirare la religiosità dei luoghi santi visitati dall’Estense, e le atmosfere cavalleresche delle corti orientali presso le quali soggiornò: gli sfarzosi palazzi, i giardini…
Questa edizione critica è corredata da un apparato filologico e da un commento volto a restituire al testo il suo significato originale conservandone la genuinità linguistica.
A cura dell’Istituto di Studi Rinascimentali di Ferrara
In collaborazione con la Libreria Sognalibro

Notizie dalla “Bassani”

» 24 novembre-24 dicembre
Compleanno di Collodi – Mostra e presentazione della traduzione ferrarese de: Le avventure di Pinocchio
Manuela_SantiniGiovedì 24 novembre, alle ore 17
Mostra delle opere di alcuni degli artisti ferraresi che hanno illustrato la traduzione in dialetto ferrarese de:
C. Collodi, Gli aventur ad Pinochio : Storia d’un buratìn
voltata in dialetto ferrarese da Italo Verri
illustrata da: Maurizio Bonora, Paola Bonora, Daniela Carletti, Gianni Cestari, Marcello Darbo, Matteo Farolfi, Massimo Festi, Maria Paola Forlani, Flavia Franceschini, Mara Gessi, Gianfranco Goberti, Gianni Guidi, Erika Latini, Adelchi-Riccardo Mantovani, Adriana Mastellari, Nicola Nannini, Franco Patruno, Laura Ragazzi, Manuela Santini, Jessica Steri, Marco Tessaro, Paolo Volta, Sergio Zanni, Luca Zarattini.
Esposizione visitabile dal 24 novembre al 24 dicembre negli orari di apertura della biblioteca.

Biblioteca Comunale Bassani
via G. Grosoli 42 – Piazza Emilia 1
44122 Ferrara

Comune di Ferrara
Servizio Biblioteche e Archivi
Biblioteca Comunale Bassani
Accademia d’arte città di Ferrara
Galleria del Carbone
Fondazione Nazionale Carlo Collodi

» 4 maggio 2002-24 novembre 2011
Un milione – Premiato il lettore numero cinquecentomila
Un_milioneOggi alle ore 10:30 il contapersone della Biblioteca ha segnato un milione di passaggi.
Abbiamo voluto sottolineare l’accaduto premiando l’utente numero cinquecentomila.
Tanti sono infatti i lettori che hanno passato il varco posto dopo la soglia della biblioteca.
Inaugurata il 4 maggio 2002 la Biblioteca Bassani è la seconda biblioteca della città per indice di circolazione dei documenti e numero di lettori.

Comune di Ferrara
Servizio Biblioteche e Archivi
Biblioteca Comunale Bassani

» 25 novembre
Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne – Proposte di lettura, visione e ascolto sull’argomento
DonneTramite la risoluzione numero 54/134 del 17 dicembre 1999, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha designato il 25 novembre come la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne e ha invitato i governi, le organizzazioni internazionali e le ONG ad organizzare attività volte a sensibilizzare l’opinione pubblica in quel giorno.
In Italia solo dal 2005 diversi Centri antiviolenza e Case delle donne hanno iniziato a celebrare questa giornata. Ma negli ultimi anni anche istituzioni e vari enti come Amnesty International festeggiano questa giornata attraverso iniziative politiche e culturali. (…)
Testo tratto da: http://it.wikipedia.org

Esposizione di Proposte di lettura, film e musiche sull’argomento nell’area dedicata alle novità
da martedì a sabato, dalle 9 alle 13 e nei pomeriggi di martedì, mercoledì e giovedì dalle 15 alle 18:30

Biblioteca Comunale Bassani

Via Grosoli

Iconografia di Paolo

» Lunedì 28 novembre ore 17 – SEDUTA ACCADEMICA
Stella Patitucci Uggeri, Prof. Ord. di Archeologia Cristiana e Medievale, Università Lumsa, Roma – IL MESSAGGIO ICONOGRAFICO NELLA CHIESA DELLE ORIGINI: IL CASO DI PAOLO
SEDUTA ACCADEMICANe parla con l’Autrice Gianluigi Magoni, alla presenza di Gioacchino Mollica
Dopo l’editto del 313 d.C. con il quale viene accordata la libertà di culto ai Cristiani, la Chiesa e il Papato celebrano il loro trionfo attraverso realizzazioni architettoniche e anzitutto con l’erezione della grandiosa basilica di San Pietro sulla tomba del martire a Roma, che diventa il centro della nuova fede. Le tombe degli Apostoli Pietro e Paolo sono le colonne sulle quali si fonda la Chiesa Romana e Pietro in particolare assurge a fondamento della cattedra del papa. La figura di Paolo in Occidente resta in secondo piano, tanto che sulla sua tomba in età costantiniana viene eretta una semplice memoria. Dopo aver affrontato il problema delle origini dell’iconografia di Paolo, la conferenza si sofferma a presentare i principali contesti iconografici nei quali tra IV e VI secolo compare la figura di Paolo, per lo più associata a Pietro e al collegio apostolico, raramente isolata o presentata in episodi della vita e soprattutto nel momento del martirio. Il tema più im portante è quello della “Traditio Legis”, che rappresenta Cristo nell’atto di trasmettere a Pietro la Legge, cioè il Vangelo, alla presenza di Paolo acclamante. Mentre per gli altri contesti iconografici è spesso evidente la ripresa di iconografie pagane, il tema della “Traditio Legis” è una creazione originale, elaborata da Papa Silvestro per affermare il primato della Chiesa di Roma attraverso una scena simbolica, che doveva essere ostentata ai fedeli nell’abside della basilica di San Pietro.
A cura dell’Accademia delle Scienze di Ferrara

» Martedì 29 novembre ore 17 – INVITO ALLA LETTURA
Luigi Bosi – LE STAGIONI DELLA MEMORIA (Edizioni Este Edition 2011)
LE STAGIONI DELLA MEMORIA Ne parlano con l’autrice Gianna Vancini e Riccardo Roversi
Ti prende e ti porta in un mondo che non c’è più, che le pagine del libro però ripropongono come un affascinante film per gli occhi e per la mente: è il più recente romanzo di Luigi Bosi Le Stagioni della Memoria. Proprio le stagioni, a detta di Olindo Marchetti, il protagonista del romanzo e capofamiglia della “Sterpata”, scandiscono il tempo della terra, terra nera dura ma generosa, la vera protagonista della complessa vicenda umana narrata, la campagna ferrarese attorno agli anni cinquanta del Novecento, in cui si assiste a un cambiamento epocale sia nella pratica delle colture che nella vita degli uomini… Un’altra storia, intrecciata alla prima, è quella di Aldo Marchetti, fratello di Olindo. Una vicenda che si colloca nel ventennio fascista, che da personale diviene specchio di un periodo storico complesso, quello dello squadrismo ferrarese… (dalla prefazione di Gianna Vancini)
A cura del Gruppo Scrittori Ferraresi

» Mercoledì 30 novembre ore 17 – TESTO E CONTESTO
Franco Cazzola – I ‘LAVORIERI DEL PO’ E LA FORMAZIONE DEI TECNICI NELLA TRATTATISTICA FERRARESE DEL ‘600
I ‘LAVORIERI DEL PO’Nel corso del ‘600 il governo pontificio affrontava a più riprese il problema della formazione teorico-pratica dei “Lavorieri”, tecnici a cui è affidata la difesa del territorio ferrarese dalle alluvioni del Po. Testimonianze di questa operazione sono l’Idrologia di Giovan Battista Aleotti, le opere di Alberto Penna, ma anche gli appunti manoscritti di Giovanni Magrini.
A cura dell’Associazione Amici della Biblioteca Ariostea

» Giovedì 1 dicembre ore 17 – Poesia in Ariostea
Lorenza Zuccaro – IN CERCA D’APPRODI (Piazza Editore 2011)
IN CERCA D’APPRODI (Piazza Editore 2011)Dialoga con l’Autrice Adriana Agostinis
Letture a cura di Rosanna Perozzo
La scrittrice esprime in poesia la vita di tutti i giorni. Problemi quotidiani dei figli, ricordi e rappresentazioni struggenti di persone care, il fascino della natura, la casa trevigiana dell’infanzia, i sogni e quanto può appartenere al patrimonio psicologico e affettivo di ognuno. L’Autrice vive il “carpe diem” e lo restituisce arricchito di sentimenti, idee, nuovi pensieri che forse mai il lettore potrebbe cogliere confidando solo su se stesso. Lorenza Zuccaro è originaria di Treviso, laureata a Padova, si interessa da anni di poesia e di letteratura. Ha pubblicato diverse raccolte di poesie tra le quali “Il gioco di cristalli” (Ismeca 2009).
Copertina di Lina Bedin. Disegni di Manuela Romanello

» Sabato 3 dicembre ore 10,30 – Lettura animata

L’ACCHIAPPANUVOLE, DAL TESTO AL TEATRO – A cura di Ilaria Zari e Vincenzo Iannuzzo
L'ACCHIAPPANUVOLE, DAL TESTO AL TEATROUna lettura animata del libro per ragazzi “L’acchiappanuvole” firmato da Rita Montanari, (Este Edition, 2010), per mostrare ai ragazzi delle Scuole Superiori, il lavoro che è dietro alla trasposizione teatrale di un testo.
“C’era una volta lontano lontano – ma c’è anche oggi nella nostra immensa pianura – un bosco folto, fitto fitto di alberi di ogni tipo, dal verde più chiaro al verde più scuro: una sinfonia di verde che scioglie il cuore solo a mettere piede in quell’ incanto di favola. Tutti gli uccelli abitavano sulle cime degli alberi, vi facevano il nido e giocavano felicemente con i ghiri…” (da L’Acchiappanuvole)

A cura di Angela Poli