Un governo subito!

Si diceva un tempo che mentre il medico studia, l’ammalato muore. La situazione internazionale si fa sempre più incandescente, il fronte interno – alle prese con i “soliti” problemi economici e di sicurezza – non sta molto meglio.

L’ultimo giro di consultazioni non ha lasciato a Mattarella altra chance che quella di pazientare ancora un po’, viste le frizioni tra le formazioni politiche in campo. Nel frattempo è accaduto che l’asse Usa-Gb-Francia ha bombardato la Siria, che l’Ue ha chiesto ulteriori ritocchi alla legge Fornero e che la Cassa Depositi e Prestiti rischia di impaludarsi nel valzer delle nomine dato che nessuna formazione è così forte da imporsi, democraticamente, alle altre.

Mentre il medico studia e si alambicca nella farmacopea parlamentare, mentre gli elementi reagiscono, spesso buffamente, quando li si accosta l’uno all’altro, mentre la geopolitica impone attenzione massima per un conflitto sul Mediterraneo che rischia di strabordare da guerra d’area a scontro globale, l’Italia non può permettersi di cincischiare compulsando ferocemente la lista dei sondaggi.

di cosa si interessano gli italiani in un normale sabato pomeriggio (se non sono al mare)

L’attuale situazione politica non è più tale da potersi affrontare con un governo ombra, in deroga, che non gode del favore degli elettori. I partiti non possono nemmeno delegare le responsabilità loro – che siano di governo o, di conseguenza, di opposizione – alle burocrazie di Stato o a quelle internazionali, altrimenti dimostrerebbero la loro inconsistenza.

Il momento è serio perché c’è un Paese sfibrato, diviso e arrabbiato che si avvia a perdere centralità internazionale persino in un bacino, quello del Mediterraneo, dove naturalmente sarebbe interlocutore obbligato per tutti. Perciò c’è bisogno della politica, di chi si assuma la responsabilità di fare ciò per cui è stato eletto: altrimenti avrebbero (tutti) già fallito ancor prima di cominciare.

http://www.barbadillo.it/4145-il-caso-siria-fornero-economia-ecco-perche-ci-serve-un-governo-subito/

3 pensieri su “Un governo subito!

  1. Se Macron si è precipitato in Siria sulla base del nulla come alla fine è stato costretto ad ammettere, per cercare di superare la gravissima crisi sociale in Francia spostando il baricentro dell’attenzione di qualche migliaio di chilometri, se la May tenta di creare in diversivi per impedire il proprio sprofondamento e la crescita dei laburisti di Corbyn che tanto spaventa l’economia dei ricchi, in Italia dove è scomparsa ogni traccia di politica estera e si lascia che siano i vicini e i “superiori” della Nato a dettare l’agenda anche quando va in collisione diretta con gli interessi specifici del Paese, questa mascalzonata siriana serve a lor signori sconfitti nelle urne, buoni a nulla e capaci di tutto, per spingere verso la necessità di un “governo responsabile” che consenta alla razza padrona di mantenere la guida del saccheggio dell’Italia.
    https://ilsimplicissimus2.com/2018/04/16/macron-non-aveva-le-prove-la-francia-trascina-nel-ridicolo-i-bombardieri-pseudo-umanitari/

    Mi piace

  2. Tutto come da copione: l’operazione Grillo coperta dai poteri internazionali per ingabbiare la protesta di massa è ormai andata a destinazione. Dal vecchio programma iniziale di uscire dall’euro e” farlo subito”, gridato da Grillo nelle piazze, non rimane più nulla. Non sappiamo se l’elettorato dei 5 Stelle che, con molta fiducia e ingenuità, ha dato il suo consenso ai “finti” rivoluzionari, si accorgerà dell’inganno, sarà comunque troppo tardi. Diverso il discorso per il leader della Lega Matteo Salvini a cui bisogna dare atto di essere stato l’unico capo di Partito italiano ad esprimere il dissenso sull’operazione USA di aggressione alla Siria, sulla base di un pretesto non dimostrato. Questo nonostante che Salvini si sia dichiarato in precedenza un sostenitore del presidente Trump. Vedi: Salvini: Missili in Siria un errore…. Naturalmente questo dissenso di Salvini rispetto alla poltica estera dell’Italia, da sempre allineata agli USA, non rimarrà senza conseguenze come facile prevedere. Non è improbabile che Salvini e la Lega siano esclusi dall’incarico di Governo proprio per le posizioni di dissenso della Lega rispetto alle politiche europeiste e, cosa più grave, alle politiche filo atlantiste senza obiezioni, fino ad oggi sempre espresse dall’Italia. A questo punto forse anche Salvini potrebbe essere previdente e prenotarsi un suo villino ad Hammamet, in Tunisia, con vista mare, non si sa mai!
    https://www.controinformazione.info/lipoteca-di-washington-sul-nuovo-governo-in-italia/

    Mi piace

  3. Insomma, Berlusconi dopo aver distrutto, con la complicità di tanti, la destra, sta tentando di fare lo stesso con la coalizione, accortosi, ormai, di non poter più fare il protagonista e, nella sua volontà, il padrone.

    In questo scenario desolante, l’unico che si sta dimostrando all’altezza della situazione è Matteo Salvini e, allora, ha ragione Marcello Veneziani a incoronarlo leader attuale della destra. Dopo il grandissimo successo elettorale, prevedibile al Nord dove la Lega da anni governa bene i territori, ma strabiliante al Sud dove supera quasi ovunque gli alleati della coalizione. E non sono risultati che si ottengono per caso, anzi, sono frutto di mesi e anni di lavoro, lunghi periodi in cui Salvini ha girato (come fa ancora oggi) città per città in tutta Italia, tra la gente, da vero leader politico vicino alla gente (“populista” tanto per usare una parola con cui più volte si è voluto denigrarlo). Non ha avuto nemmeno paura di affrontare il Sud, che all’inizio non lo ha accolto nella maniera migliore, lui però ha saputo beccarsi gli insulti e gli sfottò per trasformarli poi in voti.
    http://www.barbadillo.it/74234-la-lettera-perche-la-meloni-deve-distinguersi-da-berlusconi-2/

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...