Il male luminoso

Fin dall’articolo “L’anomalia di Bondeno” mi chiedevo le ragioni di tanto successo e poi ho visto il manifesto e mi è sembrato tutto chiaro.

Intendiamoci, chi vuole a tutti i costi parteggiare troverà anche motivo di irridere allo slogan dell’edizione del Bundan Celtic Festival di quest’anno.

Però, pensate un attimo alla sconfitta dell’Italia ai mondiali con calciatori che sono stati paragonati ai “tronisti” televisivi, più che a degli atleti (la metà di sinistra del volto) e guardate la metà di destra con barba e baffi e pitture di guerra che ha anche una corona sul capo.

E’ un richiamo alla riconquista della sovranità, cui l’Italia ha abdicato per consegnarsi all’Europa (non dimentichiamo la campagna leghista contro l’Euro); poi c’è anche la rivendicazione delle proprie origini (Festival di Archeologia) celtiche, ma anche etrusche, forse greche, ma sicuramente romane. (1)

Aggiungete anche il localismo (Localfest), contrapposto alla globalizzazione  di cui trovate un’ ampia critica nel libro di Fabio Bergamini di cui nel titolo, e che purtroppo non si trova più in commercio,  e ritrovate tutto l’apparato ideologico (ma , visto che non si parla più al cervello, ma alla pancia, lo chiameremo antropologico) che è stato comunicato e percepito dall’elettorato.

(1) N.B. So che per qualcuno “romano” richiama inevitabilmente il ventennio, ma i miti sono sempre fondativi e lungi da me ogni intenzione critica nel senso negativo del termine.

Annunci

4 pensieri su “Il male luminoso

  1. Già, poi si scopre che il prezzo di una casa in centro a Bondeno è oramai più basso di una alla periferia di Lima (Perù), dove si vende un immobile in 10 giorni, e dove la locale IMU/TASI (“Impuesto Predial”) è circa 1/10 di quella che si paga, per analoga metratura, in quel di Bondeno. Chiudersi, per una società in regresso, è una scelta perdente, vedi l’Italia post rinascimento.

    Mi piace

    • A pagina 24 del rapporto Censis “I valori degli italiani 2013” c’è una bella frase che spiega il perché di questa scelta: meglio sentirsi inclusi in un Paese fermo, che rischiare di essere degli esclusi in un paese che corre.

      Mi piace

  2. Paese liquido
    Il Potere italiano è un potere liquido dove c’è tutto e il contrario di tutto, ma che riesce paradossalmente a sorreggersi e ad auto-alimentarsi per via di un’informazione drogata, una società abbastanza libertaria, e un menefreghismo generalizzato degli italiani nei confronti della vita politica del Paese (vedi nella quotidianità o la percentuale degli astenuti alle elezioni).
    http://www.lintellettualedissidente.it/pastorale-nazarena/

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...