Votare con coscienza

foto di Michele Sartini

Riceviamo e pubblichiamo:

“Vorrei portare un mio piccolo contributo ai concittadini che si apprestano a fare scelte elettorali. Mi sento molto portato a dare questo consiglio perché anch’io che pensavo di non essere proprio un pivellino in politica, alla fine, nell’ultima legislatura ho fatto la figura di un pirla e sono stato costretto ad abbandonare anzitempo perché non potevo e non riuscivo più a condividere certi atteggiamenti personali e certe scelte.

Al fine di evitare di rimanere “amaramente delusi”( per usare un eufemismo) come me, vi suggerisco piccoli accorgimenti molto semplici ma estremamente opportuni. Parto dal presupposto che parlare di destra e sinistra forse non ha più tutto quel senso che aveva “una volta”, prova ne è che quando un sindaco dice ripetutamente(quando lo ritiene opportuno) che lui è verde di fuori ma rosso di dentro, è chiaro che se passa questo concetto si può dire tutto e il contrario di tutto.

Visto quindi che perde senso l’appartenenza ad un partito ed astenendomi, in questa occasione,  nel modo più assoluto dall’intenzione di dare o voler dare giudizi su persone o fatti, suggerisco molto fermamente ai “colleghi” elettori, di prendere più informazioni (reali e fondate) possibili, sui candidati a SINDACO, ASSESSORE e  CONSIGLIERE.

Quindi avere ben presente lo stile di vita, pubblico, ma anche in parte privato, trattandosi di carica pubblica che ci rappresenta e ci deve dare il massimo affidamento. Anche perché penso che se la cosa pubblica deve per legge essere amministrata come da un buon padre di famiglia, ne consegue che anche certi stili di vita abbiano la loro importanza, sempre secondo me. Inoltre, come suggerito da Gino Alberghini, ma dovrebbe essere lapalissiano, il curriculum di ogni candidato per ogni carica istituzionale deve essere fondamentale. Quindi, gli studi, le esperienze di lavoro, volontariato e tutto il resto devono essere la carta d’identità e il documento necessario e indispensabile per ricoprire questi ruoli.

Quindi si può constatare se, nella legislatura che sta terminando,  il sindaco abbia soddisfatto le promesse fatte, tipo sulla sanità, la sicurezza, la viabilità etc. Se gli assessori erano tutti a tempo pieno e veramente esperti e specializzati(curriculum alla mano) nei campi a loro delegati, come più volte promesso. Poi stesse stringenti valutazioni sul ruolo fin qui ricoperto dagli altri pretendenti alla poltrona di sindaco e per quanto possibile screening anche per tutti i candidati nelle varie liste ma soprattutto per i potenziali (quando saranno annunciati) assessori.

So che non si potranno fare miracoli in questo senso, però si farà senz’altro più di prima e si avrà la coscienza abbastanza a posto. Ecco questo volevo dire, so che sono banalità ma con un esame di coscienza, quanti sinceramente affrontano con dovizia e impegno l’onere e il dovere civico di elettore, ponderando nel modo dovuto la scelta che si andrà a fare per impostare nel modo migliore il futuro della nostra comunità ?”

LORENZO BERLATO

Referenze foto: https://www.facebook.com/pages/Tribuna-Elettorale-Bondeno-2014/571310366298308?ref=stream

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...