Auguri Charlie Brown!

http://www.youtube-nocookie.com/v/wZEu77aT_ew?version=3&hl=it_IT&rel=0

Nel 1957 Anna Maria,figlia di Guido Gregorietti, direttore del Museo Poldi Pezzoli (“le prime notti a Milano, era il 1949, arrivavamo da Roma senza una casa, abbiamo dormito nel Museo ancora chiuso per i danni della guerra”), aveva sposato Giovanni Gandini, famiglia d’origine di Fontanellato, laureato in Giurisprudenza, un lavoro alla Ricordi di Nanni Ricordi, ma già con la vocazione dell’irregolare. Gli amici di Giovanni, Bruno e Franco Cavallone, Ranieri Carano, Francesco “Ciccio” Mottola, compagni della facoltà di Legge in via Passione, sono i primi frequentatori della Milano Libri che presto diviene anche casa editrice per tradurre i primi fumetti dei Peanuts in Italia. Arriva Charlie Brown! (1963), con prefazione di Umberto Eco, allora giovane redattore della Bompiani, ma già intellettuale a tutto campo in procinto di scoprire la semiologia, e Il secondo libro di Charlie Brown (1964) sono i primi due titoli. Il successo dei libri, subito ristampati, incoraggia l’idea di dar vita a una rivista. Gandini, insieme a Ranieri Carano, prende contatto con la United Feature Syndicate ottenendo un contratto di traduzione delle più importanti strips d’oltreoceano. Così, nell’aprile 1965, in una stanza di via Cernaia, negli uffici di Nanni Ricordi, nasce il primo numero di Linus. “Un divano verde e un registratore che funzionava male, Vittorini con l’iterazione, Eco da presentatore e Del Buono da protagonista. Sembrava tutto bello, intelligente, fino a quando qualcuno non disse che era retorico, vecchio, melenso. Forse ha ragione, ma era la prima pagina di una rivista nuova, uno dei tre o quattro momenti di editoria italiana di questo secolo”.

estratto da:
http://www.doppiozero.com/materiali/fuori-busta/una-storia-milanese

Annunci

0 pensieri su “Auguri Charlie Brown!

  1. Charles Schulz, il creatore della striscia, ci ha lasciati il 12 febbraio del 2000.
    GOOD OL’ CHARLES SCHULZ | David Van Taylor | Stati Uniti, 2007, 90’
    Documentario definitivo sull’autore dei Peanuts, con straordinari materiali tra cui rare interviste televisive, gli home movies di famiglia e le testimonianze di figli, amici e delle persone che ispirarono i personaggi della serie (tra cui la vera “ragazzina dai capelli rossi”!). Un ritratto toccante della personalità contrastata di Schulz, dalla prima apparizione dei Peanuts nel 1950 all’ultima striscia dell’ottobre 2000, disegnata il giorno della sua morte. Un totale di 17.897 strisce che, oltre a narrare le vicende di Linus, Charlie Brown, Snoopy & Co., svelano con impressionante sincerità anche la sofferta esistenza di Schulz, come hanno scoperto i suoi biografi, e come ci racconta questo film, imperdibile per tutti gli appassionati.
    In collaborazione con BilBolBul – Festival internazionale di fumetto

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...