Riapertura attività produttive

Circolare esplicativa “Disposizioni per favorire la ripresa delle attività produttive” di cui al decreto 74/2012.

Ripristino mercato contadino del martedì e del mercato settimanale del giovedì a Cento.
Come comportarsi per richiedere l’agibilità e segnalare danni.
Delocalizzazione temporanea attività economiche per anagibilità locali. Leggi tutto


Disposizioni per la riapertura delle Attività Produttive – Decreto Legge 74/2012

Le aziende che hanno subìto danni in seguito all’evento calamitoso possono ripristinare le sezioni produttive nel rispetto dei requisiti e delle prescrizioni individuate nelle autorizzazioni ambientali vigenti, comunicando all’autorità competente le modifiche non sostanziali e possono procedere immediatamente alla realizzazione delle modifiche comunicate previa autocertificazione del rispetto delle normative ambientali.

Verifica di Sicurezza

Il titolare dell’attività produttiva (responsabile della sicurezza dei luoghi di lavoro) deve:

  • acquisire la certificazione di agibilità sismica rilasciata da un professionista abilitato;
  • depositare tale certificazione al Comune territorialmente competente.

I Comuni trasmettono periodicamente alle strutture di coordinamento istituite a livello territoriale gli elenchi delle certificazioni depositate.
Le asseverazioni presentate saranno considerate ai fini del riconoscimento del danno.
La verifica di sicurezza dovrà essere effettuata entro 6 mesi dalla data di entrata in vigore del presente decreto (G.U. n°131 del 7 Giugno 2012).

Il livello di sicurezza dovrà essere pari “almeno al 60%” di quella richiesta a un edificio nuovo. Tale percentuale deve essere raggiunta, qualora siano necessari interventi di miglioramento sismico, entro ulteriori 18 mesi.

Agibilità

Il certificato di agibilità sismica non può essere rilasciato in caso di:

  • mancanza di collegamenti tra elementi strutturali verticali e elementi strutturali orizzontali e tra questi ultimi;
  • presenza di elementi di tamponatura prefabbricati non adeguatamente ancorati alle strutture principali;
  • presenza di scaffalature non controventate portanti materiali pesanti che possono, nel loro collasso, coinvolgere la struttura principale causandone il danneggiamento e il collasso;
  • eventuali altre carenze prodotte dai danneggiamenti e individuate dal tecnico incaricato, o dopo che tali carenze siano state adeguatamente risolte.

Delocalizzazione delle Attività Produttive

E’ autorizzata la delocalizzazione totale o parziale delle attività in strutture esistenti e situate in prossimità delle aziende danneggiate.

Per ottenerla le aziende devono:

  • autocertificare il mantenimento dei requisiti e delle prescrizioni previsti nelle autorizzazioni ambientali in corso di validità;
  • devono presentare entro 180 giorni dalla delocalizzazione la documentazione necessaria per l’avvio del procedimento unico.

I procedimenti di delocalizzazione totale o parziale delle attività e di ricostruzione con modifiche sostanziali delle aziende danneggiate dagli eventi sismici sono soggetti a:

  • nuova autorizzazione unica ambientale
  • procedure di VIA ed AIA
  • procedimento unico di cui al D.P.R. 160/2010.

Leggi la Circolare Esplicativa al Decreto 74/2012



ORDINANZA DEL CAPO DI PROTEZIONE CIVILE SULLA SEMPLIFICAZIONE DI RICHIESTA AGIBILITA’

L’ordinanza del Capo Dipartimento di Protezione Civile n. 2 del 2 giugno 2012 stabilisce che il titolare dell’attività produttiva, che è responsabile della sicurezza secondo il dlgs 81/2008, deve acquisire la certificazione di agibilità sismica a seguito della verifica di sicurezza prevista dalle normesismiche vigenti, fatta da un professionista abilitato, e deve depositarla nel Comune territorialmente competente.
Il provvedimento viene applicato nei comuni interessati dagli eventi sismici dal 20 maggio 2012 e che sono individuati nell’allegato 1 dell’ordinanza.
I Comuni trasmettono periodicamente alle strutture di coordinamento istituite a livello territoriale gli elenchi delle certificazioni depositate.

Informazioni: SUAP – tel. 051 6843336; email: suap@comune.cento.fe.it



MODULO DI SEGNALAZIONE DANNI

Riservato alle AZIENDE artigianali e industriali per segnalare danni causa sisma, da sottoporre alla Provincia di Ferrara.
Inviare il modulo via Fax 051 6843331 oppure Email a: suap@comune.cento.fe.it .


MERCATI SETTIMANALI

Ripristino del mercato settimanale di Cento, da giovedì 14 giugno: si terrà in viale Santa Liberata, Piazzale Donatori di Sangue e Piazzale della Rocca.
Spostamento del mercato del lunedì a Renazzo: da piazza Lamborghini a via Bagni
Spostamento del mercato del sabato a Casumaro, dal 9 giugno all’11 agosto: da piazzale Donatori di Sangue al piazzale adiacente al Cimitero

Attenzione!

Lo Sportello Unico per le Attività Produttive si è spostato in via Farini (presso il Comando di Polizia Municipale).
Riceve solo su appuntamento nelle giornate di martedì e giovedì, dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 17.30.
Per fissare l’appuntamento chiamare il numero 051 6843336 oppure scrivere all’email: suap@comune.cento.fe.it

Normativa di riferimento

Allegati

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...