Conflitti di culture

Interrotti nel tardo pomeriggio di Giovedì 29 Marzo i collegamenti informatici con i centri sanitari di Portomaggiore e Argenta: un incendio di sterpaglie ha gravemente danneggiato a Dogato-Ostellato 150 metri di fibra ottica della rete regionale  LEPIDA per il servizio sanitario regionale. I collegamenti  sono stati riattivati alle ore 12 di Venerdì 30

Il fatto è accaduto a Dogato, frazione del comune d’Ostellato, nel tratto di campagna lungo la strada provinciale; l’allarme è scattato alle 18.30, quando il forte vento di scirocco di ieri pomeriggio ha alimentato un incendio di sterpaglie le cui fiamme hanno interessato anche lo snodo della condotta interrata della rete provinciale in fibra ottica che collega i centri sanitari della provincia di Ferrara.
Il punto preciso dell’interruzione fisica della rete in fibra ottica è stato individuato dalla squadra di pronto intervento di Lepida s.p.a. solo nel cuore della notte per le intuibili difficoltà tecniche e logistiche.
I tecnici ed ingegneri reperibili del Dipartimento Interaziendale ICT dell’Azienda USL di Ferrara hanno immediatamente attivato le procedure sia per garantire la continuità dei collegamenti telefonici sia per l’intervento d’emergenza operativamente in capo ai servizi tecnici della Rete Lepida che hanno riattivato la rete già alle ore 12  di oggi.
Nella mattinata del Venerdì 30, i servizi sanitari d’Argenta e Portomaggiore maggiormente coinvolti nella breve emergenza organizzativa e informatica: radiologia e laboratorio prelievi, hanno operato normalmente, erogando le prestazioni programmate sia esterne sia interne, riscoprendo temporanee “comunicazioni su carta”, che saranno recuperate al digitale appena il supporto informatico sarà al 100%.
I disagi per gli utenti sono stati limitati, quindi, al servizio di prenotazione CUP che operando esclusivamente su rete informatica non è stato in grado di effettuare le prenotazioni limitandosi al solo ritiro di documenti e attestati.
Ausl Ferrara ha segnalato il fatto alla competente stazione dei Carabinieri per consentire l’attivazione delle opportune tutele legali e assicurative per i danni provocati.

Annunci

Il Cenacolo

31 MARZO – 15 APRILE 2012

ANDY WARHOL A PALAZZO MAGNANI – REGGIO EMILIA

È una Pasqua all’insegna di Andy Warhol, quella che attende Reggio Emilia. Dal 31 marzo al 15 aprile 2012, Palazzo Magnani ospita The Last Supper, una delle opere più significative nella produzione del genio che ha lasciato un’impronta indelebile sull’arte del secondo Novecento. The Last Supper è infatti una straordinaria interpretazione del Cenacolo di Leonardo da Vinci, operata da Andy Warhol nel 1986. L’evento, che cade nel 25° della morte di Warhol, è parte del progetto Arte in Agenda. A tu per tu con… ideato e promosso dalla Fondazione Palazzo Magnani di Reggio Emilia. The Last Supper sarà affiancata da un raro disegno dell’Ultima cena leonardesca eseguito da Francesco Hayez (protagonista, fino al 1 maggio, a Palazzo Magnani della grande mostra

INCANTI DI TERRE LONTANE. HAYEZ, FONTANESI E LA PITTURA ITALIANA TRA OTTO E NOVECENTO) che consentirà di sviluppare un confronto tra le modalità di rilettura dei modelli classici operata da due autori così distanti, ma uniti dall’esigenza che hanno avvertito di confrontarsi con il genio del Rinascimento italiano.

http://www.palazzomagnani.it/italiano/mostra.html

Vicini di casa, vicini di vita

l’associazione Solidaria presenta il progetto di

coabitazione solidale/cohousing a Malborghetto

corte colonica Il duchino

aperto a famiglie interessate ad uno stile abitativo basato sulla

collaborazione e la solidarietà,

il rispetto dell’ambiente e la decrescita dei consumi

sabato 31 marzo 2012, ore 9.30

presso Sala della Musica di via Boccaleone 19, Ferrara

(laterale al chiostro di San Paolo)

Interverranno:

Gustavo Zanoli – associazione Cohousing Solidaria

Marcella Zappaterra – presidente della Provincia di Ferrara

Paolo Ermani — presidente di PAEA — autore del libro “Pensare come le montagne”

Dina Pasqualetti—Rete Nazionale Cohousing

Alida Nepa -associazione Cohousing Solidaria

Giovanni Franceschelli – Architetture Rizoma

Roberto Pennini – impresa Par.co

Marco Denunzio — studio legale Denunzio

Rosa Maria Amorevole – consigliera di Parità Regione Emilia Romagna

Tiziano Tagliani – sindaco del Comune di Ferrara

coordinerà i lavori del convegno l’assessore all’urbanistica del Comune di Ferrara –

Roberta Fusari

ore 14,30 Assemblea della Rete Italiana Cohousing

esperienze e realtà di cohousing in Italia

ATTENZIONE !!!

INGRESSO RISERVATO

a persone allegre, ottimiste e desiderose di cambiare vita

ASTENERSI cupi, musoni e polemici col mondo intero

.

Catastrofi e altri eventi

Venerdì 30, presso la Biblioteca Salaborsa, in piazza Re Enzo a Bologna, nell’ambito del Future Film Festival

15.00 Eventi
Titanic 100
In balia delle onde (radio): la catastrofe mediatizzata
Vecchi e nuovi media a cent’anni dal Titanic. Nell’ambito del Future Film Festival 2012, l’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna, in collaborazione con la Fondazione Guglielmo Marconi, promuove un particolare omaggio al Titanic, nell’anno in cui ricorre il centenario, attraverso una riflessione sul ruolo giocato dai media in relazione a grandi catastrofi di portata collettiva. Partecipano: Paolo Granata e Elena Lamberti – Università di Bologna; Fulvia Caprara, La Stampa Ingresso libero.

  • Da mercoledì 29 febbraio fino a domenica 1 aprile. I giorni feriali dalle 9.00 alle 19.00, i festivi dale 10.30 alle 19.00. Chiusura il lunedì. “Snowhite’s Secret Box” di Ana Juan. L’esposizione è un percorso interattivo che trae spunto dall’albo illustrato di Ana Juan Snowhite, uscito in Italia per Logos Edizioni. L’esposizione è coprodotta da No Time, Logos Edizioni e Pinacoteca Nazionale di Bologna.Ingresso libero.

Sala Ercole, Palazzo d’Accursio – Piazza Maggiore 6

  • Future Film festival OFF Da sabato 17 marzo a domenica 8 aprile. Tutti i giorni dalle ore 9.30 alle ore 18.30. Ingresso libero.
    Illustrators Exhibition Per la prima volta la storica Mostra degli Illustratori esce dalla Fiera e si presenta in contemporanea alla città. La Mostra  propone i lavori di 72 artisti, selezionati tra 2685 partecipanti, provenienti da sessanta paesi. Ingresso libero.

Via d’Azeglio pedonale

  • Vetrine in catastrofe Future Film Festival, in collaborazione con Ascom Bologna, propone l’iniziativa Vetrine in catastrofe. Quindici vetrine di via d’Azeglio pedonale ospitano altrettanti artisti, che hanno lavorato sul tema della catastrofe. Le opere originali prodotte per l’occasione saranno esposte nelle vetrine. Dal 21 marzo all’1 aprile. Si ringrazia Accademia di Belle Arti di Bologna, Istituto Salesiano di B.V.S.L. sezione grafica, Progetto Giovani del Settore Sistema Culturale e Giovani del comune di Bologna.

Letteratura per ragazzi

FESTIVAL PREMIO LETTERATURA RAGAZZI FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI CENTO

Nelle giornate 29, 30, 31 marzo e 1 aprile 2012

Programma iniziative presso la Biblioteca Civica Patrimonio Studi

Giovedì 29 marzo ore 15.00

Incontro con l’autore Tiberio Artioli, autore del libro “Il bambino coraggioso” (6-90 anni)

***************************

ore 17.00

ScriVere Lettere

Un percorso dimostrativo sull’evoluzione della calligrafia e degli strumenti per scrivere realizzato dalla calligrafa Barbara Calzolari (9-90 anni)

****************************

Sabato 31 marzo ore 11 Piazza Guercino

Libruncolo

Lettura animata con Marco Bertarini

Uno strano personaggio presenterà ai bambini bizzarri libri, come il libro di corda, il libro scritto dalle lumache, il libro extra-terreste e tanti altri libri mai visti

(4-7 anni)

******************************

ore 16 Biblioteca Civica

Incontro con l’autore Guido Quarzo, finalista del Premio Letteratura Ragazzi con il libro “Il bambino che guarda l’isola” (9-90 anni)
INGRESSO LIBERO

ORARIO DI APERTURA
aperta dal lunedì al sabato mattina 8.30-13.00
lunedì, martedì, mercoledì, giovedì e venerdì pomeriggio 14.30-18.30

Blow up di Antonioni e la fotografia

Ambiguità, astrazioni, polisignificanza e concettualità

Data: Giovedì 29 marzo  2012, ore 21,00

Sede: Ferrara, Sala della Musica, Chiostro di San Paolo, via Boccaleone 19

Contenuti della conversazione

Riflettere sulla natura e della fotografia e dei suoi linguaggi non è operazione inutile, tanto più oggi, visti i cambi di prospettiva introdotti dalla rivoluzione digitale. Di norma, ascriviamo alla saggistica le acute riflessioni sulla fotografia di tanti emeriti studiosi (da Walter Benjamin a Gisèle Freund a Susan Sontag, e ancora in Italia Renzo Chini, Ando Gilardi, Angelo Schwarz, ma l’elenco sarebbe lunghissimo) dimenticando che un contributo fondamentale , e indimenticabile, alla discussione è arrivato da un regista cinematografico, Michelangelo Antonioni e dal suo film Blow Up (1966).

Il film di Antonioni è un capolavoro concettuale capace fra l’altro di farci riflettere sull’ambiguità e sulla polisignificanza dell’immagine fotografica, attuando al tempo stesso un dialogo serrato con la fotografia del periodo in cui è stato girato e in particolare con la fotografia di moda, con i suoi protagonisti in anni e in un luogo (i favolosi Sixties nella Swinging London) che hanno indelebilmente condizionato l’immaginario contemporaneo e la storia della fotografia recente. Ma il film del regista ferrarese è anche un labirinto di microstorie sulla fotografia, alcune non palesemente dichiarate eppur abilmente suggerite attraverso un rarefatto dialogo intertestuale che investe (direttamente o indirettamente) nomi importanti dell’immagine fotografica quali John Cowan, Don McCullin, David Bailey, Bert Stern, Arthur Evans, ecc. Film di straordinaria bellezza, capace di non invecchiare, Blow Up è opera che pure ci parla acutamente dell’arte contemporanea e della sua “concettualità”. Rileggere Blow Up significa, allora, ritrovare le origini della nostra moderna concettualità fotografica.

Leggi tutto