Stasera guido io

Chiara Sapigni, assessore Sanità, Servizi alla Persona e Immigrazione del Comune di Ferrara e Luisa Garofani, direttore del Programma Dipendenze Patologiche Ausl di Ferrara hanno presentato al Centro Psicosociale-Unità Mobile di Strada-Ausl di Via J. F. Kennedy a  Ferrara, i risultati del progetto  “Bob, stasera guido io” e il bilancio delle  attività svolte a Ferrara tutti i Mercoledì notte da Aprile a Settembre del 2011.

UNA GOVERNANCE DI EQUILIBRIO

Dal bilancio che Garofani e Sapigni ne traggono, emerge la necessità di una “governance” della città urbana, che senza soffocarne le valenze creative  ed di socializzazione, tenga però in conto il sommarsi di differenze e di contrasti.

La città senza vita notturna declina, è quindi importante non rinunciarvi ma puntare alla costruzione di “notti di qualità” dove l’incontro tra i diversi attori in campo (gestori e promotori del divertimento notturno, forze dell’ordine, associazioni di categoria, servizi socio-sanitari, fruitori) sia in grado di favorire una gestione del mondo notturno che individui priorità, necessità e che si faccia promotrice di azioni di sistema che coinvolgano tutte le parti interessate.

Uno scenario, nel quale “l’unità di strada di BOB” assume un ruolo fondamentale nella  promozione della salute e della sicurezza delle persone che si “muovono” nella notte promuovendo una cultura del divertimento e del piacere consapevole; azione che richiede capacità di accompagnare esperienze, sperimentazioni e trasgressioni, sia tenendo conto delle opinioni dei giovani destinatari degli interventi, e delle loro richieste esplicite e implicite, sia delle diverse esigenze, sensibilità e convinzioni di chi abita e vive in modo differente il centro urbano.

“BOB”  E IL MERCOLEDI’ NOTTE

Il progetto “BOB, Stasera Guido Io”, nasce col progetto “Operatori di strada” dell’Ausl Ferrara, e si caratterizza per la presenza di un camper dedicato ad attività di prevenzione che tutti i Mercoledì notte, da Aprile a Settembre, dalle 22 alle ore 2 del Giovedì, staziona di fronte al Duomo di Ferrara.

Il “mercoledì sera universitario” a Ferrara è uno straordinario momento d’aggregazione spontanea giovanile, con centinaia di ragazzi e ragazze affollano la piazza principale della città alla ricerca di divertimento, piaceri, relazioni. Studenti universitari, studenti fuori sede, studenti Erasmus, giovani lavoratori, minori, ma anche ultratrentenni.

CONSUMI E MOLESTIE

Accanto a questo fenomeno, e in parte a causa di questo, si è riscontrato negli ultimi due anni un aumento degli episodi di tensione e molestie, non solo tra i giovani e verso i residenti del centro città, ma anche nei confronti degli stessi operatori dell’unità di strada.

Dall’osservazione abituale delle dinamiche di queste serate, emerge come il livello di aggressività verbale e fisica dei ragazzi possa essere in qualche modo legato al consumo di cocaina mixato con alcol; un consumo legato, non solo alla singola serata, in alcuni casi sufficiente a scatenare comportamenti inadeguati, ma di un consumo abituale, specialmente nei week-end, che amplifica tale livello di aggressività.

CRESCE IL GUIDATORE DI TURNO

Una buona pratica che via, via, sta prendendo piede è, fortunatamente, la designazione di un guidatore di turno (BOB) all’inizio di una serata in cui si prevede il consumo di alcolici.

Il Guidatore di Turno, è una modalità organizzativa rivalutata dai giovani e giovanissimi che, se in un primo periodo ne mettevano in dubbio la fattibilità, etichettando Bob come lo “sfortunato” e con la difficoltà a designare il guidatore all’inizio e non alla fine della serata, ora lo considerano uno strumento organizzativo utile ed efficace ad evitare pericoli per l’incolumità propria e altrui, per la guida e le inevitabili sanzioni.

MINORI, GENITORI E CONSUMO DI ALCOL

I tre operatori di “Bob, Stasera Guido Io” -Ilaria Galleran, Loredana Liverotti, Luca Rossin- hanno richiamato l’attenzione su un fenomeno di questi i ultimi anni che chiama in causa il ruolo delle famiglie e dei genitori: l’aumento dei minorenni nelle serate del mercoledì, dovuto, a detta degli stessi, ad una maggiore flessibilità nelle uscite serali, alle quali non vengono poste  grosse restrizioni di orario.

Minorenni, che  bevono essenzialmente birra e superalcolici sottoforma di “shorts e chupitos”. Esistono, infatti, bar virtuosi che non vendono alcolici ai minorenni, altri che, invece, non rispettano le norme sulla somministrazione d’alcol ai minori, ma anzi, ne incoraggiano il consumo con formule sconto, 2×1, ecc…

Molti dei giovanissimi che frequentano la piazza raggiungono il centro con il motorino (patentino) o sono neopatentati e spesso ignorano la normativa riguardante alcol e guida.

BINGE DRINKING E RUOLO DEGLI OPERATORI DI STRADA

La modalità di bere che accomuna giovanissimi e meno giovani risulta essere, ormai da diversi anni, il “binge drinking”, bere, in altre parole, con il preciso scopo di ubriacarsi consumando in tempi rapidi molteplici bevande alcoliche.

Gli  “operatori di strada” del Camper di BOB sono a disposizione con interventi di relazione con la giovane -e  meno giovane- popolazione del “mercoledì notte”  con attività che prevedono: la misurazione gratuita del tasso alcolemico, la promozione del guidatore di turno “BOB”; consulenze su sostanze, alcol e sessualità; misurazione gratuita del monossido di carbonio (carbossimetro); distribuzione di materiale informativo, preservativi, etilometri monouso e gadget.

Il Progetto “Operatori di Strada” nasce a Ferrara nel 1995 per la “riduzione del danno” -personale e sociale- a seguito di comportamenti particolarmente rischiosi: dalla guida in stato d’ebbrezza, all’assunzione di droghe.  Nel 2001, “BOB” ha dato spazio ad interventi rivolti alla prevenzione del consumo d’alcool e sostanze presso i luoghi del divertimento e durante i maggiori eventi culturali di Ferrara e provincia.

Obiettivo principale: la prevenzione di comportamenti a rischio legati all’assunzione di sostanze alcoliche e psicoattive e, più in generale, quello di attivare processi educativi per favorire e incoraggiare comportamenti responsabili nell’utilizzo del tempo libero e dei momenti di svago.

Ufficio Stampa ASL

Riccardo Forni, giornalista professionista.

Teatri a Ferrara

PROSA Stagione 2011-2012
Teatro Comunale
Corso Martiri della Libertà 5
Orario:
21.00; domenica h. 16.00
Ingresso. a pagamento
Dal 27 al 30 ottobre
Informazioni
Tel. 0532 202675
teatro@comune.fe.it
Pro Patria di Ascanio Celestini
http://www.ferraramusica.it
cod. 03
FERRARA IN JAZZ Stagione 2011-2012
Chiostro di S. Paolo
P.tta Schiatti
Orario:
22.00
Ingresso: a pagamento
Ottobre
Informazioni
Tel. 339 7886261
jazzclub@jazzclubferrara.com

venerdì 28: Myron Walden Momentum 5et
sabato 29: Joel Frahm 4et
lunedì 31: Miguel Zenon Alma Adentro 4et One more
http://www.jazzclubferrara.com
cod. 04
MUSICA POESIA E ARTE PER FERRARA Omaggio a Thomas Walker
Museo Archeologico Nazionale – Salone delle Carte Geografiche
Via XX Settenbre 124
Orario:
vedi programma
Ingresso. euro 4,00
Ottobre
venerdì 28, h. 15.30-18.30 / sabato 29, h. 10.00-13.00; 15.00-18.00: Nuovi colori per J. S. Bach Master Class di Ramin Bahrami
domenica 30, h. 11.00: Ninna nanna…per un Ambasciatore musica e narrazione
cod. 04
RASSEGNA KORE Concerti di beneficenza
Sala Estense
Piazza Municipio
Orario:
21.00
Ingresso: euro 5,00
Ottobre
Informazioni
Tel. 380 2941945 / 339 8724321
venerdì 28: Demolition Saint + Asgard
sabato 29: Gruppo Puer

Il ricavato sarà devoluto in beneficenza

cod. 04
TEATRO NUOVO
Teatro Nuovo
Piazza Trento Trieste 52
Orario:
sabato h. 9.30 e 21.00; domenica h. 15.30
Ingresso: a pagamento
29 e 30 ottobre
Informazioni
Tel. 0532 240180 / 392 6682367
Jesus Christ Superstar d A. Bregoli
http://www.teatronuovoferrara.it/
cod. 05
FERRARA TANGO FESTIVAL
Teatro Verdi
Via X Martiri 141 – Porotto
Orario:
dalle 18.30
Ingresso: libero
30 ottobre
Informazioni
Tel. 347 0455351 / 327 1808014
ore 18.30: Milonga.
ore 21.15: Concerto di tango jazz
ore 22.30: Milonga Dj Crisitna La Barbie
cod. 06

Attività culturali della settimana

» Sabato 22 ottobre ore 10,30 – PRESENTAZIONE – Spostato a Sabato 5 Novembre
PROGETTO URBANISTICO –
L’incontro è stato spostato a Sabato 5 Novembre

PROGETTO URBANISTICOSaranno presenti Aldo Modonesi, Assessore ai Lavori Pubblici e Beni monumentali, il Capo Settore Opere Pubbliche del Comune Ing. Luca Capozzi e il Dirigente Scolastico dell’I.I.F. Fabio Muzi.
Presentazione dello studio urbanistico e rilievo dello stato di fatto eseguito dagli studenti dell’I.I.F. “G.B. Aleotti” presso la scuola materna “Casa del Bambino” di Via Biagio Rossetti, un tempo Convento dei Cappuccini, nell’ambito del progetto di collaborazione tra l’’Ufficio Ricerche Storiche del Comune di Ferrara e le Scuole Superiori della città.

» Lunedì 24 ottobre ore 16,30 Sala Riminaldi – EDITIO PRINCEPS
LE PRIME EDIZIONI DELLA BIBLIOTECA ARIOSTEA – A cura di Mirna Bonazza
EDITIO PRINCEPSLe più importanti editiones principes della Biblioteca Comunale Ariostea. Preziose prime edizioni diopere dagli albori della stampa ai secoli più recenti saranno illustrate nelle loro particolarità da Mirna Bonazza, Responsabile dell’Ufficio Manoscritti e Incunaboli della Biblioteca Ariostea di Ferrara. Fra gli esemplari più ragguardevoli si citano: la “Physica” e il “De coelo et mundo” di Aristotele commentati da Averroè, usciti dai tipi di Lorenzo Canozi negli 1472-1475; “La Fiammetta” di Giovanni Boccaccio per i tipi di Bartolomeo Valdezocchio e “Martinus de Septem Arboribu s”, Padova, 21 III 1472; “Orlando Furioso” di Ludovico Ariosto stampato a Ferrara da Giovanni Mazzocchi nel 1516; Gli “Hecatommithi”, di Giovanni Battista Giraldi stampati da Leonardo Torrentino nel 1565.

» martedì 25 ottobre ore 17 – INVITO ALLA LETTURA
Carlo Galli, Piero Stefani – NON NOMINARE IL NOME DI DIO INVANO (edizioni Il Mulino 2011)
NON NOMINARE ILNOME DI DIO INVANO (edizioni Il Mulino 2011)Coordina Mario Miegge
Nella sua formulazione più autentica, il comandamento biblico vieta di servirsi del nome del Signore per coprire forme di ingiustizia: dal giurare il falso alle giustificazioni dell’oppressione. In un non lontano passato gli Stati moderni hanno definito giuste le loro guerre legittimandole anche con simboli religiosi; oggi, in età globale, il connubio tra Dio e violenza resta più che mai all’ordine del giorno. Il nome di Dio continua a dirsi in molti modi carichi di ambiguità, mentre la sua santificazione – prospettata nel “Padre Nostro” – dovrebbe esser riserva di libertà e rifrangersi nella costruzione di relazioni umane pacificate.
A cura di Istituto Gramsci e Istituto di Storia Contemporanea
Carlo Galli insegna Storia delle dottrine politiche nell’Università di Bologna. Con il Mulino ha fra l’altro pubblicato: “Lo sguardo di Giano. Saggi su Carl Schmitt”, “L’umanità multiculturale” e “Genealogia della politica”. Piero Stefani, biblista e studioso di ebraismo, insegna nella Facoltà teologica di Milano.Tra le sue pubblicazioni per il Mulino, “Gli Ebrei”, “La Bibbia” e “L’Apocalisse”.

» Mercoledì 26 ottobre ore 17 – INVITO ALLA LETTURA
ALEXANDER McCALL SMITH, IL GIALLISTA DEI SENTIMENTI – A cura di Alberto Amorelli e Silvia Lambertini
ALEXANDER McCALL SMITH, IL GIALLISTA DEI SENTIMENTIIl secondo appuntamento con “La Compagnia del libro” è dedicato alle opere dell’eclettico scrittore e giurista zimbabwese di origini scozzesi Alexander McCall Smith. Rinomato esperto di diritto applicato alla medicina e alla bioetica, molto conosciuto per la serie di racconti con protagonista la detective “Precious Ramotswe”, responsabile della “Ladies’ Detective Agency”, ha affascinato anche Anthony Minghella – regista de “Il Paziente Ingl ese” e “Il Talento di Mr. Ripley” – che a tale riguardo ha dichiarato “di essere rimasto incantato dal personaggio di Precious Ramotswe e dal sottile humour dell’autore, così capace di evocare una cultura”. E’ proprio questa duplicità di McCall Smith ad aver decretato la sua fortuna letteraria, se da un lato nei romanzi della serie “No 1. Ladies Detective Agency”, attraverso gli occhi della signora Ramotswe, ci racconta un mondo lontano e affascinante come l’Africa, nei romanzi del “Club dei Filosofi Dilettanti”, grazie alle pacate e filosofeggianti vicende di Isabel Dalhousie, ci accompagna in una Edimburgo contemporanea, città che ama profondamente e che ci racconta anche nella serie “44 Scotland Street”, con le storie degli strampalati inquilini di un palazzo nella parte bohémien della New Town. Due anime per un grande scrittore che ama destreggiarsi tra i moti dell’animo e del cuore di noi tutti: Alexander McCall Smith, il giallista dei sentimenti.
A Cura dell’Associazione Culturale Gruppo del Tasso

» Giovedì 27 ottobre ore 17 – SOCIETÀ DANTE ALIGHIERI
APERTURA ANNO SOCIALE – Presentazione del Quaderno n.16 e del volume del Premio Dante Alighieri 2011
SOCIETÀ DANTE ALIGHIERIIntroduce LUISA CARRÀ
La Società Dante Alighieri nasce nel 1889 dalla passione di un gruppo di intellettuali guidati da Giosuè Carducci e viene eretta ente morale con Regio Decreto del 18 luglio 1893. Lo scopo primario della “Dante” è quello di “tutelare e diffondere la lingua e la cultura italiane nel mondo, ravvivando i legami spirituali dei connazionali all’estero con la madre patria e alimentando tra gli stranieri l’amore e il culto per la civiltà italiana”. Nel far questo, la Società Dante Alighieri si avvale oggi di oltre 500 comitati, di cui 400 sparsi all’estero in ogni angolo del mondo. Il Comitato di Ferrara, fondato nel 1897 da Pietro Niccolini, ha ricoperto un ruolo determinante nel tessuto socio-culturale della città divenendo punto di riferimento per le scuole e le istituzioni cittadine.

» Venerdì 28 ottobre ore 16,30 – OMAGGIO A MICHELANGELO ANTONIONI
Stefano Caracciolo – IDENTITÁ IMPERFETTE
OMAGGIO A MICHELANGELO ANTONIONILa psicologia del personaggio nell’opera di Michelangelo Antonioni.
L’intervento, centrato sullo studio psicologico del personaggio nell’opera di Michelangelo Antonioni, ripercorre la poetica del maestro ferrarese in relazione agli aspetti della personalità dei protagonisti dei suoi film. In particolare verranno analizzati e discussi alcuni personaggi emblematici, un vero e proprio campionario di meccanismi e ‘tipi’ psicologici, partendo dall’episodio del documentario mai realizzato, che Antonioni provò a girare nel manicomio di Ferrara, attraverso il manifesto neorealista di ‘”Tentato Suicidio”’ de ‘”L’amore in Città’”, passando per le storie di sofferenza tragica e di angoscia in ‘”Le Amiche”’ e ‘”Il Grido”’, per il ritratto della più cruda aridità umana in “L’Eclisse”, la nevrosi di “Deserto Rosso” e la smarrita perdita dell’identità di “Professione reporter”.
A cura dell’ Associazione “Michelangelo Antonioni”

» Dal 6 ottobre al 15 dicembre – ARCHIVIO STORICO COMUNALE
STORIA DELLA SCUOLA – Percorsi di alfabetizzazione tra il Polesine e Ferrara dall’Ottocento ad oggi
STORIA DELLA SCUOLAPercorsi di alfabetizzazione tra il Polesine e Ferrara dall’Ottocento ad oggi
RICERCHE D’ARCHIVIO ED ESPERIENZE FORMATIVE
MOSTRA di documenti d’archivio
A cura di Chiara Beatrice Vicentini, David Vicentini, Mirna Bonazza, Corinna Mezzetti, Beatrice Morsiani

Maggiori informazioni al link:
http://siafe.comune.fe.it/index.phtml?id=217

———————————————————————-
» In occasione della Maratona di lettura di Sabato 22 Ottobre

MadresIn occasione della Maratona di lettura sulla condizione dell’Infanzia 2011 “Madres in cammino: La Lingua Materna, forza e fragilità, saperi e legami”, che avrà luogo sabato 22 ottobre dalle 16.00 alle 22.00, nella Casa delle Donne per ricordare Mirella Bonora a Ferrara in via Terranuova 12/b, a cura di Centro Documentazione Donna, CIRCI. e UDI, la Sezione Ragazzi della Biblioteca Comunale Ariostea, propone un’esposizione bibliografica dedicata alla figura della MAMMA. Fino alla fine del mese, per 15 giorni, a partire da sabato 15 ottobre, resteranno esposti nell’atrio della Biblioteca libri, video e cd per bambini e ragazzi. Sarà inoltre a disposizione una breve bibliografia con una se lezione dei titoli più interessanti.

Vedi deplian in formato pdf pieghevolemamma.pdf

———————————————————————-

>>> Prorogata fino al 29 Ottobre – Mostra di libri e documenti

L’OLANDA IN ARIOSTEAL’OLANDA IN ARIOSTEA
Tipografi, scienziati, filosofi e letterati nelle antiche raccolte della biblioteca comunale di Ferrara”

Una speciale esposizione di libri e di documenti olandesi e fiamminghi curata da Mirna Bonazza e da Arianna Chendi. La mostra presenta volumi di grande pregio: alcune edizioni dei secoli XVI-XVIII di opere di astronomia, matematica, botanica e geografia dei più importanti scienziati del tempo (con alcune prime edizioni); una preziosa copia Cinquecentesca dei Proverbi di Erasmo da Rotterdam stampata a Bondeno da Mazzocchi con il titolo cancellato a penna (l’opera, infatti, era stata messa all’Indice da Clemente VIII), una splendida pianta di Ferrara acquistata nel Settecento ad Amsterdam e alcune copie ottocentesche dei leggendari manuali per viaggiatori Baedeker.
In occasione del Ferrara Buskers Festival 2011

Il catalogo ( aggiornato settimanalmente ) delle attività culturali è consultabile online al seguente indirizzo:Calendario Attività culturali

Per informazioni sulla programmazione contattare Fausto Natali – f.natali@comune.fe.it

Lavori in corso

Credo si debba essere molto preoccupati per le sorti del trasporto pubblico locale per i notevoli tagli dei trasferimenti da parte dello stato e le conseguenti difficoltà nell’erogazione di un servizio all’altezza delle necessità dei cittadini. I trasferimenti sono diminuiti del 75% rispetto allo scorso anno per ciò che riguarda il trasporto ferroviario e del 30% per quello su gomma. Come ovvio, ne faranno le spese gli studenti ed i lavoratori pendolari. Nelle scorse settimane alcuni convogli FER tra Bondeno e Ferrara hanno avuto notevoli ritardi, a causa di lavori. E’ stato spesso in ritardo il treno che parte da Bondeno per Ferrara alle 7,50, che una mattina è arrivato con 40 minuti di ritardo, sia quelli successivi. Un bel problema per chi tutti giorni deve rispettare l’orario di lavoro o di inizio delle lezioni. Questi disagi dovrebbero terminare a breve ma il problema vero è la tenuta del trasporto pubblico locale. Con 70 milioni di € in meno solo per l’Emilia Romagna, si dovranno fare i salti mortali per mantenere gli attuali servizi. Mentre ho forti preoccupazioni per il trasporto pubblico, va un pò meglio per la mobilità privata perché tra qualche giorno partiranno alcuni lavori sulle strade provinciali del nostro territorio.
Si inizierà la prossima settimana, salvo maltempo, con i lavori sulla provinciale 45 Bondeno-Scortichino. Sarà rifatto il manto stradale per oltre un chilometro nel tratto tra le località Casino delle Suore e Cà Alta che è in condizioni disastrose, dove il manto stradale è semidistrutto in vari punti. Seguirà il rifacimento di circa 400 metri della provinciale Bondeno – Casumaro partendo dal cimitero di Bondeno verso Santa Bianca. La prima settimana di novembre partiranno i lavori sulla Virgiliana. Sarà asfaltata la salita che dalle scuole elementari di Bondeno porta al ponte sul Panaro e tra Lezzine e Burana saranno interessati dai lavori i tratti con il manto stradale più deteriorare e quelli che costeggiano il canale Bondiolo dove sono presenti gli avvallamenti più evidenti per complessivi 1,5 chilometri. Tra Burana e Bondeno saranno ripresi gli avallamenti di fronte al Fondo Zanluca, di fronte al fondo Penza e quello che si è formato pochi mesi fa quasi a Bondeno nell’ultima curva prima della località Borgo Scala. Verso metà novembre sarà rifatto il manto stradale della provinciale Bondeno-Ficarolo nell’abitato di Ponti Spagna dove sono presenti numerosi avvallamenti che, al passaggio dei mezzi pesanti ed in caso di pioggia, creano enormi difficoltà ai residenti. Gli ultimi lavori partiranno verso il 15-20 novembre e interesseranno per circa 1,5, chilometri la zona di San Biagio, e risolveranno il problema del centro abitato, dove il manto stradale è in pessimo stato da alcuni anni.
Con questi lavori, non si riusciranno ad affrontare tutte le necessità del territorio. Si rifaranno solo i tratti di strada maggiormente ammalorati. Per il 2012, nonostante un’ulteriore stretta di risorse a disposizione degli enti locali, lavoreremo perché si intervenga sul tratto di strada tra la ferrovia di Ponti Spagna e Stellata, mentre per la Virgiliana e la Provinciale di Scortichino auspico si possa mettere mano a quanto resterà indietro in questa occasione.

Giovanni Nardini
Consigliere Comunale e Provinciale Partito Democratico

Attività della "Bassani"

12 novembre

In tutti i sensi – Barco
BarcoÈ davvero possibile rappresentare un territorio senza ricorrere a tutti i sensi? Senza accogliere e mettere in evidente dialogo la percezione di più individui? Senza considerare quanto esso possa risultare differente se percepito da angolazioni differenti? I sensi sono finestre sul mondo: lo definiscono, mutevole di momento in momento, da individuo a individuo, sulla base della storia più o meno recente di ciascuno.

Il progetto intende risolversi in un’opera artistica che sia frutto e testimonianza di un’ azione creativa partecipata volta a sollecitare gli attori del quartiere di Barco ad “attivare i sensi” : per una percezione allargata e consapevole dell’abitare uno spazio-tempo precisi e irripetibili.

L’opera sarà l’ultimo atto del progetto.

Intende offrire, in chiave simbolica, un’accumulazione di percezioni hic et nunc, registrate nel corso di una serie di incontri tra il nostro gruppo e le persone circolanti sul quartiere, luogo in cui verrà infine allestita. Sarà costituita da 11 pannelli complessivi: 5 coppie + 1 : ogni coppia (fotografia e parola) dedicata ad un senso, l’ultimo pannello di sintesi ad esprimere la lettura sensoriale composta.

Sarà questa la nostra rappresentazione del Barco che al Barco lasceremo. Testi tratti da: http://intuttiisensi.weebly.com/progetto.html

Comune di Ferrara
Circoscrizione 3
Gruppo Bracco
ACER

» 2 ottobre-2 novembre
Pier Paolo Pasolini – (Bologna, 5 marzo 1922 – Ostia, 2 novembre 1975)
PasoliniIn occasione dell’anniversario della tragica scomparsa di uno dei più grandi artisti e delle menti più lucide del Novecento italiano. In Sala Multimediale vi proponiamo un‘esposizione a lui dedicata, comprendente tutti gli ambiti della sua poliedrica attività: narrativa, poesia, cinema, saggistica.

Chi si scandalizza è sempre banale: ma, aggiungo, è anche sempre male informato (tratto da: Lettere Luterane)

Comune di Ferrara
Servizio Biblioteche e Archivi
Biblioteca Comunale Bassani

» 1-31 ottobre
Sting – (Wallsend, 2 ottobre 1951)
StingIn occasione dei suoi 60 anni, in Sala Multimediale vi proponiamo un’esposizione a lui dedicata, comprendente gli album dei Police, alcuni suoi dischi da solista, due film nei quali recita e un libro con i testi suoi e dei Police.
Negli orari di apertura della Biblioteca:
martedì-sabato 9-13
martedì-giovedì 15-18:30

Comune di Ferrara
Servizio Biblioteche e Archivi
Biblioteca Comunale Bassani

» 25 ottobre-25 dicembre
Vecchi Lettori – Bibliografia
VincenteA compimento del Progetto 2011 destinato al reclutamento dei Volontari in Servizio Civile i bibliotecari e i giovani apprendisti bibliotecari stanno redigendo una bibliografia critica sulla terza età. Le proposte di lettura riepilogano, traendole dal catalogo on line, gli acquisti di volumi, DVD e CD su diversi argomenti: etica, psicologia, scienze sociali, medicina e letteratura e sono rivolte a tutti i lettori, ma dedicate ai familiari e agli operatori impegnati nel lavoro di cura.

Comune di Ferrara
Servizio Biblioteche e Archivi
Biblioteca Comunale Bassani

» 18 settembre-13 novembre
Esposizione bibliografica – 3° International Ferrara Tango Festival
FerrariIl tango e l’Argentina nei libri, nella musica e nei film in mostra.
Ferrara, il tango e Buenos Aires – tre diverse realtà in relazione, di cui le prime due dichiarate dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità – rappresentano l’ispirazione per la realizzazione della terza edizione dell’International Ferrara Tango Festival in programma dal 18 settembre al 13 novembre.
Ideato dalla danzatrice e attrice Rita Grasso e promosso dall’Associazione TangoTe, il progetto coinvolge diverse strutture culturali del territorio.
Tra le numerose iniziative si inserisce la proposta della Biblioteca Bassani del Servizio Biblioteche e Archivi del Comune di Ferrara, che nell’arco della durata del festival, espone nei propri spazi e propone al prestito ai lettori, un’ampia scelta di volumi sull’Argentina, sulle radici del tango, sulle sue figure coreografiche, ma anche romanzi e saggi ad esso ispirati e quindi compact disc di musica e DVD-Video per rappresentare un “fenomeno culturale e sociale” complesso come il tango.

Biblioteca Comunale Bassani – via Grosoli 42 – Ferrara
Esposizione di libri, CD e DVD negli orari di apertura della Biblioteca:
dal martedì al sabato: 9-13
dal martedì al giovedì 15-18:30

Presentazioni dei volumi
Castello Estense (18 settembre, 2 e 16 ottobre, 1 novembre), alle ore 18

Informazioni sul 3° International Ferrara Tango Festival: http://www.TangoTe.it – Segreteria: info@tangote.it

Provincia di Ferrara
Comune di Ferrara
Associazione TangoTe
Ferrara Jazz Club
Biblioteca-Videoteca Vigor
Biblioteca Comunale Bassani

» 26 settembre
Sergio Bonelli – Editore
BonelliCi lascia il più grande editore della storia del fumetto italiano, il creatore di Zagor e Mister No, il figlio del creatore di Tex, colui che ha voluto fortemente e ci ha regalato Dylan Dog o Nathan Never o Julia, che ha puntato su Ken Parker o Martin Mystere, colui che ci ha riscattato come “lettori di fumetti” a livello socio/culturale.
(…) Testo e immagine tratti da: http://www.mangaforever.net
Cerca i fumetti. Come trovarli in biblioteca?
1. Collegati al Catalogo
2. Ricerca Libera: digita Bonelli, oppure il personaggio cercato: Tex, Dylan Dog, ecc.
3. Biblioteche Comunali Ferrara. Bassani
4. Ricerca
5. Visualizza documenti
6. Verifica anche da casa la disponibilità nella biblioteca più vicina a te
Se salvi la ricerca puoi consultarla, accedendo da servizi, anche in futuro

» Audiolibri
Lettura da ascoltare – in cinque movimenti
AudiolibriUn audiolibro è la registrazione audio di un libro letto ad alta voce dall’autore, da uno o più attori, un lettore, oppure da un motore di sintesi vocale.
Come trovarli in biblioteca?
1. Collegati al Catalogo
2. Ricerca Libera: digita CD, oppure l’argomento cercato
3. Raffina
4. Genere: seleziona in lista
Audiovisivo, Registrazione sonora non musicale
5. Inserisci in ricerca

Comune di Ferrara
Servizio Biblioteche e Archivi
Biblioteca Comunale Bassani

» 1861-2011
Carissimo lettore – Dei romanzi fondanti l’Italia le prime parole ti regaliamo
1861_2011Carissimo lettore
Dei romanzi fondanti L’Italia
le prime parole ti regaliamo

150 anni di libri e letture
un incipit e un origami in dono ai lettori

Sibilla Aleramo, Una donna – Anna Banti, Noi credevamo – Giorgio Bassani, Il giardino dei Finzi-Contini – Carlo Collodi, Le avventure di Pinocchio – Gabriele D’Annunzio, Il piacere – Edmondo De Amicis, Cuore – Federico De Roberto, I Vicerè – Antonio Fogazzaro, Piccolo mondo antico – Ugo Foscolo, Le ultime lettere di Iacopo Ortis – Natalia Ginzburg, La famiglia Manzoni – Rosetta Loy, Le strade di polvere – Alessandro Manzoni, I promessi sposi – Elsa Morante, La storia – Ippolito Nievo, Le confessioni di un italiano – Anna Maria Ortese, Il cardillo innamorato – Silvio Pellico, Le mie prigioni – Dolores Prato, Giù la piazza non c’è nessuno – Lalla Romano, Le parole tra noi leggere – Cristina Trivulzio Belgiojoso, Emina – Giovanni Verga, I Malavoglia

Comune di Ferrara
Servizio Biblioteche e Archivi
Biblioteca Bassani

Biblioteca Comunale Bassani
via Giovanni Grosoli, 42 – 44122 Ferrara
tel. 0532 797414 – fax 0532 797417
mail: info.bassani@comune.fe.it

Orari
lunedì chiuso
mattino: dal martedì al sabato 9-13
pomeriggio: dal martedì al giovedì 15-18:30

REDAZIONE

Biblioteca Bassani
email: l.martini@comune.fe.it

La crisi del 1929

http://www.dailymotion.com/swf/video/xlsel2
Ben Pollack and his Park Central Orchestra – 1929 di redhotjazz

Oltre che borsistica, industriale, agricola e commerciale, la crisi fu presto anche bancaria. Il fatto che le industrie non producessero, e che quel che producevano dovesse essere venduto a prezzi bassi, con minori profitti, e che gli agricoltori, per la caduta dei prezzi agricoli, fossero costretti o ad abbandonare la terra, o ad accontentarsi di un guadagno minimo, ebbe notevoli conseguenze sul sistema bancario. Sia l’industria che l’agricoltura erano seriamente indebitate con le banche. Nel periodo di boom, che aveva preceduto lo scoppio della crisi, queste banche avevano ecceduto nei prestiti, confidando non solo in una restituzione regolare, ma anche nel fatto che i risparmiatori non avrebbero ritirato i loro depositi, ed anzi li avrebbero accresciuti. La crisi mise in difficoltà molte banche. Compromesso dalla caduta delle vendite e dei prezzi, un numero crescente di imprese non fu in condizione di pagare i debiti alle scadenze, e intanto le banche erano premute dai loro depositanti che, spinti a loro volta da crescenti esigenze di liquidità, volevano la restituzione di tutto o parte delle somme depositate. Schiacciate tra l’incudine del mancato rientro dei prestiti e il martello dei depositanti che pretendevano la restituzione dei loro capitali, molte di queste banche furono costrette a chiudere i battenti trascinando nel fallimento altre banche collegate (e risparmiamo i numeri). Un esempio per tutti: nel dicembre 1930 fallì la Bank of the United States in New York city, che contava oltre 400.000 depositanti, ne fu danneggiato un terzo della popolazione di New York.

estratto da: http://web.tiscalinet.it/claufi/1929.htm

Lucca comics 2011-Le mostre

Lucca Comics si conferma il momento clou nell’anno solare dedicato al Fumetto con un carnet di appuntamenti, eventi e, soprattutto, una lista di ospiti di primo livello. Ancora una volta, il maggior Festival italiano di settore, tra i primi in Europa, entra nel suo autunno caldo con una cinque giorni imperdibile. Una cinque giorni che, virtualmente, inizia con l’apertura delle mostre di Lucca Comics, sabato 15 ottobre: nelle sale del Palazzo Ducale, ormai cornice unica e preziosa per le gallerie espositive, ecco i cinque percorsi dedicati alla Nona Arte. Si inizia con i colori degli italiani Emanuele Fior e Davide Reviati, apprezzatissimi in patria e nel panorama francofono per poi scivolare in un’avvolgente antologica, tra illustrazioni di copertine e trasposizioni fumettistiche, dedicata allo scrittore Emilio Salgari a cui il Festival tributa l’intera edizione. Tigri e pirati lasciano poi il passo alla dolcezza del tratto di uno dei Mangaka giapponesi più famosi ovvero Jiro Taniguchi: la linea chiara e l’uso sapiente dell’acquerello si confondono così nella narrazione di storie emotive e intimistiche giudicate universali. Chiudono la carrellata due mostre di impatto: i colori esplosivi di Blacksad, incredibile investigatore noir dal tratto cartoonesco inventato dal duo iberico Canales e Guarnido e il cupo e visionario David Lloyd che, attraverso il suo tratto e i suoi neri contrastati, ha dato volto all’icona della rivoluzione a fumetti, un uomo conosciuto come V…come Vendetta. Ma il viaggio non finisce qui: per l’apertura di venerdì 28 ottobre, Lucca Comics ha in programma una serie di happening che non mancheranno di stupire il suo pubblico: un ciclo di incontri a tema sull’Avventura salgariana con interventi dei massimi esponenti di settore, artisti e sceneggiatori, un evento dedicato al cinquantenario di Zagor, un ricordo particolare del grande Sergio Bonelli, recentemente scomparso, il ritorno degli appuntamenti creati ad hoc per addetti ai lavori e professionisti del fumetto e non solo (Lavorare con il Fumetto e Comics Talks), due showcase per apprezzare totalmente le performance degli autori presenti al Festival. Ritornano anche i percorsi dedicati al fumetto autoprodotto (Self Area), i luoghi interamente dedicati alla cultura giapponese (Japan Palace, quest’anno ancora più splendente e più grande come area espositiva), i progetti dedicati allo scouting di nuove firme (Lucca Project Contest, Incontri con gli Editor).

Le Mostre di Lucca Comics
15 ottobre – 1 novembre 2011
Palazzo Ducale
Ingresso gratuito
Orari
dal 15 ottobre al 27 ottobre
10.00 – 13.00/15.00 – 19.00
dal 28 ottobre al 1 novembre
Japan Palace Ancora più grande, ancora più ricco

Nell’anno della terribile disgrazia che ha colpito il Giappone, Lucca Comics & Games vuole dare maggiore risalto al paese del Sol Levante ampliando gli spazi disponibili per l’esposizione di tutto ciò che il popolo nipponico può offrirci. Vogliamo così dare il segnale che il Giappone è pronto a sollevarsi ancora, a stupirci con la sua forza e ad accettarci a braccia aperte per proporci la sua cultura. La novità più forte di quest’anno è proprio l’ingrandimento del Japan Palace che conquista il primo piano del Real Collegio, accessibile da due rampe di scale e da un’ascensore. Il nuovo piano sarà così costituito: Area Proiezioni: una sala proiezioni di 400mq dove saranno proiettati corti e film promozionali oltre ad essere il luogo degli incontri con gli ospiti nipponici e italiani. Area Mangaka: un’area ben definita dove oltre dieci espositori presenteranno l’offerta di studio, di materiali e di tutto il necessario per chi si avvicina al mondo del disegno in stile manga o si vuole specializzare in questa affascinante tecnica; a questa importante novità, si affiancherà un concorso per mangaka italiani, una community oramai ben sviluppata e strutturata. L’area avrà al suo interno una propria sala incontri dove si terranno workshop e presentazioni delle ultime tecniche e degli accessori indispensabili per ogni mangaka. Area Fashion&Cosplay: questo spazio presenterà espositori che ruotano intorno alla Japan fashion, che sia il Lolita style, gothic o l’accessoristica per cosplay. Area Gadgets: uno spazio dedicato ai gadgets e all’artigianato giapponese. Oltre a queste novità, al piano terra si riaffermano il punto ristoro Mangiappone, l’area modellismo NKGC, i corsi, le mostre, i workshop e le conferenze con la collaborazione dell’associazione Ochacaffè e l’agenzia E-talentbank, e ovviamente l’area espositiva e commerciale. Inoltre l’offerta quest’anno si fa più interessante grazie all’amplificazione (sembra la parola più adatta) della parte musicale. Tornano gli eventi live all’interno dei chiostri (arti marziali, J-Rock ed elettronica nipponica di DJ Shiru e il karaoke con Eriko) ma si aggiungono anche ospiti dal Giappone, che sveleremo a mano a mano… per ora preannunciamo che si parlerà di J-Hip Hop, di visual kei, e di J-Rock e attraverso mostre e proiezioni vedremo come udito e vista siano ormai di fatto uniti nell’arte: animazioni che accompagnano musica, suoni che fanno da contorno alle mostre di grafica, e fusione di entrambe nei videoclip dei Vocaloid, gli idol di ultima generazione nipponica! E per finire, avremo naturalmente come ospiti al Japan Palace anche i VIP giapponesi in visita a Lucca.