Un castello di libri

Si svolgerà dal 29 al 31 ottobre, presso l’Auditorium del Castello Pico, a Mirandola, la 4° edizione de “Un Castello di Libri”. L’iniziativa è organizzata dall’Assessorato alla Promozione della Città e del Territorio del Comune e dalla Biblioteca “Garin” ed è dedicata quest’anno all’editore Bompiani.

Diamo notizia di due appuntamenti di sabato 30:

Ore 15.30 – Bompiani editore
DIEGO FUSARO
Essere senza tempo
Accelerazione della storia e della vita
La nostra è l’epoca della fretta, un “tempo senza tempo” in cui
tutto corre senza fermarsi mai, impedendoci non soltanto di
vivere pienamente gli istanti presenti, ma anche di riflettere
serenamente su quanto accade intorno a noi. La nostra epoca
“postmoderna”, che pure ha smesso di credere nel futuro, non ha
per questo cessato di affrettarsi, dando vita a una versione del
tutto autoreferenziale della fretta: una versione nichilistica,
perché svuotata dai progetti e dalle promesse di emancipazione
universale e di colonizzazione dell’avvenire di cui l’avevano
gravata i moderni, e condensata nel motto dell’uomo
contemporaneo: mi affretto, dunque sono.
http://www.youtube-nocookie.com/v/SPyS9I4bsNY?fs=1&hl=it_IT&rel=0
Ore 17.00
PIERO DORFLES
Il ritorno del dinosauro
Una difesa della cultura
Garzanti editore
Piero Dorfles appartiene a una generazione che è cresciuta e si è
formata prima dell’avvento dei computer. Per certi versi è un
dinosauro, anche se non è certo un passatista, o un oppositore
del progresso. Tuttavia osserva come il declino del valore della
cultura, che trova un terreno fertile nell’espansione delle nuove
tecnologie, ha avuto un’enorme influenza sui processi della
comunicazione e dell’istruzione, oltre che sulla nostra identità e
sui rapporti personali. Prendendo spunto dal cinema, dalla
televisione e dai fumetti, Piero Dorfles ci aiuta a capire come le
contraddizioni della modernità rischiano di impoverire la nostra
vita interiore e il nostro ruolo sociale.

Il programma completo è scaricabile dal sito del comune di Mirandola

0 pensieri su “Un castello di libri

  1. L’associazione ARIA, in occasione del festival Un Castello di Libri 2010, propone una
    lettura itinerante, un viaggio attraverso il Castello della famiglia dei Pico della Mirandola in
    cui la letteratura si esprimerà attraverso le voci degli attori Orfeo Orlando (L’uomo che
    verrà), Bruno Tabarroni (L’ispettore Coliandro) e Maria Grazia Maffia (attrice teatrale).
    Le letture, tratte da diverse opere della letteratura di ogni epoca, saranno intervallate dalle
    musiche prodotte dal musicista Antonio Tabarroni con il suo bouzouki e da interpretazioni
    di brani classici per mano del giovane violinista Gaetano Dolce.
    L’evento si svolgerà sabato 30 ottobre alle ore 21.15, articolandosi su due piani del
    castello per concludersi nel Museo Civico di Mirandola, un luogo suggestivo dove i dipinti
    della galleria comporranno una scenografia d’eccezione.
    A renderlo possibile, la collaborazione del Comune di Mirandola, della Fondazione Cassa
    di Risparmio di Mirandola e del Castello dei Pico.
    Per informazioni:
    associazionearia@gmail.com
    http://associazionearia.jimdo.com/
    http://www.facebook.com/assoARIA

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.